Ad aprile partirà in Italia il primo treno Covid-free che collegherà Roma e Milano

Ad aprile partirà in Italia il primo treno Covid-free che collegherà Roma e Milano

Ad aprile partirà in Italia il primo treno Covid-free che collegherà Roma e Milano.

A tutti i passeggeri e al personale sarà fatto il tampone prima di salire a bordo del treno in collaborazione con la Croce Rossa.

Lo ha annunciato l’Amministratore delegato e Direttore generale di FS Italiane, Gianfranco Battisti, in occasione della presentazione dell’hub vaccinale allestito alla stazione Termini di Roma e del primo treno sanitario, un convoglio con 21 posti letto, tutti equipaggiabili con strumentazioni di vario livello, fino alla terapia intensiva, che potrà essere usato in circostanze estreme, dalle evacuazioni mediche alle emergenze sanitarie come la pandemia di Covid-19 o in caso di calamità naturali.

Il treno Covid-free sarà anche utilizzato per portare i passeggeri in vacanza“Sarà un’occasione straordinaria che consentirà di raggiungere le destinazioni come Venezia e Firenze”, ha spiegato Battisti.

Fino a oggi chi viaggia treno può occupare un posto sì e uno no. A tutti i passeggeri viene consegnato un kit che comprende mascherina, gel disinfettante e una cover per il poggiatesta.

Sui vagoni ci sono diversi erogatori di gel disinfettante e naturalmente è obbligatorio mantenere le distanze fisiche dagli altri passeggeri. Forse sul nuovo treno Covid-free tutte queste precauzioni potranno sparire.

L’idea del treno Covid-free ricalca l’esempio dato a settembre dalla compagnia aerea di bandiera, Alitalia, che ha avviato una sperimentazione su due collegamenti giornalieri tra gli aeroporti di Roma Fiumicino e di Milano Linate riservati a passeggeri Covid-tested.

voli Covid-free sono stati riservati solo a chi si fosse presentato con un tampone negativo nelle 72 ore precedenti il viaggio o dando la possibilità di effettuare il test direttamente in aeroporto.

Alla presentazione del treno Covid-free c’erano anche il ministro della Salute, Roberto Speranza, il capo del Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e il presidente nazionale della Croce Rossa italiana, Francesco Rocca.

FONTE: SiViaggia

Luna Turelli

Per informazioni scrivere a: redazione@personalreporternews.it

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: