Biagio Agnes, un giornalista di talento per la Rai

Biagio Agnes, un giornalista di talento per la Rai

Nato a Serino il 25 luglio 1930, Biagio Agnes fu il direttore generale della Rai negli anni Ottanta, mentre arrivava la Fininvest…

Figlio di un capotreno delle Ferrovie dello Stato, Agnes nel 1957 lavorò a Roma nel settimanale Rotosei, esordì come giornalista nel Corriere dell’Irpinia ed entrò in Rai nel 1958.

Negli anni Sessanta creò il Telegiornale delle 13:30 con i giornalisti in video e alla fine del 1977 divenne direttore per l’informazione radiofonica e televisiva regionale.

Agnes nel biennio 1978-1979 curò la sperimentazione della terza rete e in seguito divenne il primo direttore della testata per l’informazione regionale di cui, fino al 1987, il TG3 era un inserto.

Poco tempo dopo ideò, con Luciano Lombardi D’Aquino, il celebre programma medico televisivo Check-up, trasmesso su Rai Uno.

Il programma negli anni Novanta collaborava anche con Telethon per parlare di Distrofia muscolare e cercare supporto per la ricerca di una cura per una malattia così subdola.

Dal 1992, oltre alla puntata televisiva, era prevista anche una replica radiofonica su Radio2, l’ultima venne trasmessa il 7 marzo del 1994, in concomitanza con la nascita del Giornale Radio Rai. Il 20 febbraio 1993 Check-up toccò un traguardo storico, con la puntata numero 500.

Dalla stagione televisiva 1994 – 1995 la trasmissione venne trasmessa anche in replica notturna e mandata in onda nella nottata tra venerdì e sabato, sempre su Rai 1, mentre dalla stagione 1995 -1996 la trasmissione fu replicata la domenica mattina.

La rubrica tornò poi dal 2006, all’interno di Unomattina.

Nel 1982, anno in cui l’amico Ciriaco De Mita divenne il segretario della DC, Agnes fu nominato direttore generale della Rai e come primo incarico fece costruire a Roma nord il centro di Saxa Rubra.

Il giornalista nel 1987 fu nominato Cavaliere del Lavoro, nel 1992 ricevette la laurea honoris causa in Comunicazione e Telecomunicazioni dell’Università di Buenos Aires.

Agnes nel 1990 divenne presidente della holding delle telecomunicazioni STET da cui proveniva Umberto Silvestri, suo successore alla direzione generale della Rai.

Nel 1997 divenne presidente di Telemontecarlo e il 4 ottobre 2004 ricevette la laurea magistrale honoris causa in Medicina e Chirurgia dall’Università degli Studi di Parma con la motivazione “L’impegno e la dedizione costante di Biagio Agnes per promuovere i programmi d’informazione sanitaria hanno rappresentato una lungimirante visione della sanità che ha permesso negli anni ai cittadini di conoscere meglio un mondo per larga parte sconosciuto”.

Agnes nel 2006 fu nominato direttore della Scuola di Giornalismo dell’Università di Salerno, corso biennale post laurea riconosciuto dall’Ordine dei Giornalisti.

Il grande giornalista mori il 30 maggio 2011, all’età di 82 anni, dopo una lunga malattia, e riposa nel cimitero di Serino.

Ad Agnes è intitolato il centro di produzione RAI di Saxa Rubra a Roma e il 30 maggio 2016 il Comune di Avellino gli dedicò uno slargo che si affaccia su corso Vittorio Emanuele II.

Paola Montonati

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: