I vincitori degli Emmy 2021

I vincitori degli Emmy 2021

Una pioggia di premi per The Crown agli Emmy 2021, tornati in presenza per un selezionato pubblico di 600 persone, tutta vaccinate, da Los Angeles dopo la cerimonia in streaming dello scorso anno.

La serie Netflix che narra le vicende della famiglia reale inglese, si porta a casa i premi più ambiti, dalla miglior regia e sceneggiatura a quelli per i migliori attori, andati a Oliva Coleman e Josh O’Connor.

La regina degli scacchi, sempre di Netflix, è stata invece eletta migliore miniserie, mentre sette premi sono andati aTed Lasso di Apple TV+.

Ovazione per Kate Winslet, premiata come miglior attrice per una mini serie per il suo ruolo in Omicidio a Easttown e Ewan McGregor,  miglior attore per una mini serie per il biopic sulla moda Halston.

Gli Emmy sono dedicati ad alcuni settori dell’industria televisiva tra cui l’intrattenimento, l’informazione, la programmazione documentaristica e sportiva, e sono assegnati annualmente attraverso varie cerimonie, curate da diverse organizzazioni.

La principale organizzazione degli Emmy è l’Academy of Television Arts & Sciences, fondata nel 1946, con oltre 15.000 membri appartenenti a 28 categorie professionali, tra cui artisti, registi, produttori, direttori artistici, tecnici e dirigenti, che si occupa dell’assegnazione dei Primetime Emmy Awards, cioè i premi principali, dedicati alla programmazione d’intrattenimento in onda in prima serata, esclusi i programmi sportivi.

La National Academy of Television Arts and Sciences, fondata nel 1955, si occupa di assegnare i premi dedicati alla programmazione d’intrattenimento del day-time, denominati Daytime Emmy Awards e premia anche gli altri programmi non d’intrattenimento, come programmi sportivi, d’informazione e di documentari, mentre la terza organizzazione è costituita dall’International Academy of Television Arts and Sciences, fondata nel 1969, che si occupa di premiare i migliori programmi televisivi al di fuori degli Stati Uniti.

La prima cerimonia degli Emmy avvenne il 25 gennaio 1949, all’Hollywood Athletic Club di Los Angeles e nel corso degli anni cinquanta la cerimonia si espanse come premio nazionale, poi nel 1955 nacque l’organizzazione National Academy of Television Arts and Sciences.

A partire dal 1974 la cerimonia si sdoppiò in una cerimonia riservata alla programmazione serale, la Primetime Emmy Awards, e in un’altra riservata alla programmazione giornaliera, il Daytime Emmy Awards.

Negli anni successivi furono introdotte altre cerimonie minori riservate a particolari categorie di programmi.

L’Academy of Television Arts & Sciences e la National Academy of Television Arts and Sciences si separarono nel 1977, anche se continuano a condividere lo stesso marchio e la stessa statuetta per l’assegnazione dei premi, dividendo così le cerimonie da gestire.

Paola Montonati

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: