Rothenburg ob der Tauber: il paese dei balocchi di Pinocchio

Rothenburg ob der Tauber: il paese dei balocchi di Pinocchio

C’è un luogo magico e incantato nascosto nel cuore della Baviera alla stregua di un tesoro prezioso. Basta una passeggiata tra le strade e i vicoli per sentirsi i protagonisti di una fiaba.

Proprio qui, dove la favola di Pinocchio ha preso vita.

Ci troviamo a Rothenburg ob der Tauber, un grazioso borgo medievale dove sembra che il tempo non sia mai trascorso. Gli edifici colorati con i tetti spioventi, i negozi di Natale aperti tutto l’anno, le strade acciottolate e l’atmosfera fiabesca permettono ai visitatori di vivere una vera e propria esperienza incantata.

Rothenburg ob der Tauber, il paese di Pinocchio

E quella sensazione che si prova, di essere all’interno di una città fatata camminando tra le vie del borgo medievale, non è solo frutto della nostra immaginazione. Perché in una fiaba ci siamo davvero.

Rothenburg ob der Tauber, infatti, è il paese che ha ispirato il cartone animato di Pinocchio, la favola che da generazioni incanta grandi e bambini.

Quando Walt Disney ha scelto di dare vita a una delle favole più belle e straordinarie di Collodi, all’anagrafe Carlo Lorenzini, pare che lo stesso si sia proprio ispirato al tesoro della Baviera per delineare l’ambientazione di una delle sue fiabe più celebri.

E non ha dovuto giocare di fantasia, almeno nella costruzione del set cinematografico del paese dei balocchi, perché Rothenburg ob der Tauber è davvero una meraviglia.

Rothenburg ob der Tauber, cosa vedere

Una passeggiata a piedi nel borgo ci porta alla scoperta delle sue più autentiche meraviglie. Il centro storico, recintato da mura dalle quali spiccano torri e porte, è una vera è propria perla. Sulla Plonlein, area vecchia, si affacciano le case colorate e una splendida torre medievale che sovrasta tutta la zona.

Passeggiando tra le chiese medievali e romaniche si raggiunge la piazza centrale, Marktplatz, centro nevralgico della vita cittadina dove è situato anche l’edificio del Rathaus, il municipio, aperto ai visitatori. Ci sono anche dei musei all’interno dei quali perdersi e immergersi per scoprire la storia del borgo.

Tra questi segnaliamo il Reichsstadtmuseum, il museo civico, e il Frankisches Heimatmuseum, il museo che raccoglie ed espone gli oggetti della tradizione, situato all’interno di una casa a graticcio.

Meravigliosa è la Herrngasse, la via dei Signori che collega la Marktplatz con i giardini del castello. Sulla strada si affacciano eleganti case con tetti spioventi da cui si affacciano fioriere colorate che diffondono un profumo inebriante per il paese.

Gli edifici ospitano poi negozi, botteghe e panifici che rendono l’atmosfera magica e incantata.

FONTE: SiViaggia

Francesca Cecere

Per informazioni scrivere a: redazione@personalreporternews.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: