Tornano il 15 e 16 maggio i “Kid Pass Days” al Museo di Meina

Tornano il 15 e 16 maggio i “Kid Pass Days” al Museo di Meina

Tornano il 15 e 16 maggio i “Kid Pass Days”, la più grande maratona culturale dedicata alle famiglie con attività in più di cento luoghi in tutta Italia.

Tra i siti che proporranno per l’occasione attività a misura di bambino c’è il Museo Meina, da anni attestatosi come cultural park del lago Maggiore con percorsi dedicati anche ai più piccoli e alle scuole.

«Anche quest’anno – racconta il direttore del Museo Meina, Gianni Dal Bello aderiamo alla kermesse nazionale di edutainment che coinvolge parchi, musei e realtà culturali d’eccellenza in tutto il Paese.

Dopo la ripartenza di inizio maggio che ha avuto da subito un riscontro positivo, proponiamo per l’occasione una due giorni dove adulti e bambini potranno diventare esploratori, in un’avventura tra percorsi multimediali e attività tematiche».

Un vero e proprio viaggio nel tempo, quello che andrà in scena al Museo Meina, a partire dal racconto che gli operatori faranno anche ai più piccoli per fare immaginare quanto accadeva un tempo nella cornice del Parco-Chalet di Villa Faraggiana che ospita il Museo.

Più di cento anni fa, infatti, si potevano ammirare animali esotici (come un canguro, un mandrillo, lemuri, una tigre) che la famiglia Faraggiana portava dalle esplorazioni in tutto il mondo. Immagini che saranno evocate durante l’itinerario tra parco, ex-lavanderie e antiche serre.

L’esperienza da esploratori continuerà con “Imago” un percorso multimediale reso avvincente dagli effetti in 4D presenti (grandi proiezioni, ologrammi, visioni tridimensionali).

Qui un narratore virtuale accompagnerà il pubblico in un viaggio nel tempo per conoscere le grandi esplorazioni che sono passate dal Lago Maggiore tra scienza, storia, arte, ambiente, immaginazione.

Un’esperienza particolarmente coinvolgente anche per i bambini, grazie alla vivacità del racconto e alle interattività di forte impatto che consentono di imparare… divertendosi.

Una tappa particolarmente indicata per i più piccoli è quella della kids-area dove ritirare il diploma da “amico esploratore” e cimentarsi in disegni che poi si animano in tempo reale in un grande acquario digitale.

Per prendere parte alle visite, che si svolgono in piccoli gruppi contingentati, è obbligatoria la prenotazione sul sito www.museomeina.it con l’acquisto dei biglietti online entro il giorno precedente.

«I nostri operatori – conclude il direttore del Museo Meina sono per la maggior parte under 35 e riescono quindi a interpretare al meglio ciò che le famiglie cercano oggi in un Museo.

La nostra visita è estremamente dinamica, anche grazie ai percorsi multimediali innovativi sui quali c’è stato un grande lavoro in questi anni, con riconoscimenti più che positivi.

Non vediamo l’ora di accompagnare i visitatori in un mondo tra realtà e immaginazione in un pomeriggio tra cultura e divertimento».

Per ulteriori informazioni telefonare allo 0321-231655 o visitare le pagine social del Museo Meina.

Riccardo Reina

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: