Stile Italiano e tecnologia Green: a Shanghai sale in cattedra Pininfarina

Pininfarina presenta due nuovi progetti al Salone dell’Auto di Shanghai, entrambi emblema della perfetta combinazione del miglior design italiano con una tecnologia ecologica.

Dalla collaborazione con Karma #automotive nasce la nuovissima Karma #Pininfarina GT, mentre Grove Hydrogen #automotive Company Limited svela una nuova concept car creata dal team cinese di #Pininfarina Shanghai.

“Portiamo in Cina – dichiara l’AD Silvio Pietro Angori – la nostra nota competenza nella progettazione di capolavori su quattro ruote, sia per brand rinomati che per nuovi costruttori che hanno bisogno del nostro supporto per definire l’identità del loro marchio e il proprio linguaggio di design.

Il nostro tocco italiano nello stile si unisce alla speciale attenzione che rivolgiamo alla mobilità sostenibile e alla tecnologia all’avanguardia.

Ciò che presentiamo a Shanghai non solo conferma che innoviamo nel presente, ma che forniamo anche soluzioni per un domani migliore”.

Karma #Pininfarina GT

Karma Automotive, casa automobilistica con sede nel sud della California produttrice di veicoli elettrici di lusso, presenta lo straordinario risultato della partnership con #Pininfarina: la Karma #Pininfarina GT, una vera “Gran Turismo” di lusso a due porte.

Karma #automotive ha contattato per la prima volta #Pininfarina nell’agosto del 2018 per invitare la design house italiana a collaborare a un nuovissimo progetto basato sulla Karma Revero 2020.

#Pininfarina ha condiviso con Karma i primi bozzetti lo scorso settembre e il programma di costruzione è iniziato ufficialmente a dicembre.

La Karma Revero 2020 è “un veicolo splendido, elegante e sportivo che suscita grandi emozioni”, ma #Pininfarina voleva creare un’auto più decisa, dal sapore unico della tipica “vettura sportiva italiana”.

Ha perciò optato per una GT o “Gran Turismo”. #Pininfarina ha iniziato a creare la sua GT preparando il telaio di solo alluminio ad accogliere una carrozzeria a due porte completamente nuova.

La #karmaPininfarinagt rispetta le proporzioni della Revero, che sono facilmente riconoscibili, ma l’esterno è del tutto diverso. Trattandosi infatti di un coupé due porte, #Pininfarina ha dovuto costruire fiancate completamente nuove.

L’auto esprime la sua personalità unica attraverso apposite modifiche effettuate da #Pininfarina. Il design ed il trattamento delle superfici è semplificato, con linee dall’andamento più fluido e una silhouette più dolce e decisa allo stesso tempo. Approccio utilizzato in ogni dettaglio, come le maniglie, a filo proprio per evitare di creare elementi d disturbo e mantenere i volumi quanto più puri possibile.

Un raffinato tettuccio nero a contrasto mette in risalto la tinta color grigio chiaro, mentre i dettagli sono in nero lucido o grigio canna di fucile. La parte anteriore di #karmaPininfarinagt è più aggressiva, con una calandra con stecche simmetriche e fari LED molto caratterizzanti.

Gli angoli esterni del paraurti anteriore tendono verso l’alto per armonizzarsi con il segno inclinato presente nella parte bassa del fianco, vicino alla ruota, che conferisce sportività e dà stabilità alla GT. Due luci posteriori a LED a forma di boomerang incorniciano un posteriore elegante e potente.

La seducente linea di cintura della #karmaPininfarinagt, che avvolge la cabina, appare al suo meglio se vista dall’alto, mettendo in evidenza il suo aspetto deciso e dinamico.

Pelli bianche, tono su tono, ricoprono il luminoso e invitante interno e gli eleganti profili borgogna sottolineano le forme principali dell’abitacolo contrastando elegantemente con la pelle color crema. La trapuntatura dei sedili ha una nuova trama che aumenta la sensazione di comfort.

Parti di pelle nabuk morbida come il velluto e l’allestimento in alluminio satinato creano un’atmosfera moderna con un tocco di sofisticatezza dallo stile più tradizionale.

Le cuciture in tonalità diverse arricchiscono l’atmosfera dell’interno accuratamente elevato mentre una piccola bandiera italiana goffrata sullo schienale dei sedili è un delicato rimando alla provenienza della #karmaPininfarinagt.

La #karmaPininfarinagt è dunque una vera #Pininfarina e un grande Karma; in caso di interesse da parte di un certo numero di appassionati, Karma #automotive ne prevedrà la produzione in serie limitata.

Se ciò dovesse accadere, #Pininfarina costruirà le #auto nel suo atelier fuori Torino e inviterà i clienti in modo che possano configurare personalmente la loro GT, rendendo la loro #auto un “abito su misura”, come solo #Pininfarina sa fare.

Per ora, Karma #automotive prende spunto da alcune caratteristiche della #karmaPininfarinagt e le trasforma su veicoli di produzione di prossima uscita.

Concept car Grove di Pininfarina

Grove Hydrogen #automotive Company Limited ha annunciato una vasta collaborazione con la filiale di Shanghai di #Pininfarina.

La giovane e intraprendente azienda di celle a combustibile a idrogeno mira a trarre vantaggio dai 90 anni di esperienza a tutto tondo di #Pininfarina nel mondo delle #auto, dallo styling all’ingegneria, e a migliorare la percezione europea delle macchine Grove.

Il primo risultato di questa cooperazione è una concept car progettata da #Pininfarina Shanghai. #Pininfarina sta anche sviluppando ulteriore lavoro grafico per il marchio Grove che si delineerà nel corso dei prossimi mesi.

Il marchio Grove lancia al Salone dell’Auto di Shanghai la prima azienda al mondo con produzione di massa alimentata completamente a celle a idrogeno. Grove, con sede a Wuhan, in #Cina, e un proprio Centro di design a Barcellona, concilia il suo retaggio europeo con quello di #Pininfarina.

Offrendo una soluzione davvero ecologica, Grove si pone perfettamente in linea con la ricca esperienza di #Pininfarina, che vanta una lunga storia di veicoli a propulsione alternativa, comprese le #auto sportive a idrogeno, nate dalle divisioni Design e Engineering.

La tecnologia impiegata nell’auto Grove integra le idee più avanzate sia sulla carrozzeria che sul gruppo propulsore. La tecnologia delle celle a combustibile sta prendendo rapidamente piede grazie a molte aziende, inclusa la società madre di Grove (IGE), che fanno da pioniere.

Combinando questa tecnologia con quella composita e della fibra di carbonio, Grove può sfruttare al massimo il vantaggio di avere l’idrogeno, un vettore di energia più leggero dell’aria (ossigeno) in un’auto poco pesante.

Queste tecnologie fanno da trampolino di lancio al veicolo più avanzato mai visto, presentato in una forma audace, sportiva e alla moda.

Il team di #Pininfarina Shanghai ha sviluppato altre versioni dei modelli Grove, che verranno presentate nei prossimi mesi e anni offrendo i valori di stile e competenza #Pininfarina insieme a una profonda conoscenza dell’ambiente più dinamico al mondo, quello cinese, che determina le tendenze per il prossimo secolo.

Le #auto di Grove saranno presenti sulle strade l’anno prossimo e nel corso del 2020 aumenteranno velocemente le versioni presenti. Inizialmente disponibile dal 2020, Grove è in procinto di diventare leader mondiale del trasporto pulito.

Pininfarina in Cina

Questi due nuovi lanci al Salone dell’Auto di Shanghai sottolineano l’impegno di #Pininfarina sul mercato cinese.Il marchio ha recentemente esteso le sue attività in #Cina sotto la guida del General Manager Simone Tassi, e ha registrato un aumento significativo sia del numero di clienti che di dipendenti.

Pininfarina è stata la prima design house italiana a offrire servizi di stile e ingegneristici alle case automobilistiche cinesi a partire dal 1996. Nel 2010 è stata costituita Pininfarina Shanghai con lo scopo di creare una sede satellite di sviluppo del design a Shanghai, il luogo strategico per il settore #automotive nell’area asiatica.

Oggi #Pininfarina Shanghai è uno studio di design in grado di offrire al mercato cinese una gamma di servizi di design a 360°, dall’automotive all’architettura, al design industriale. La lista dei clienti è raddoppiata negli ultimi due anni e include i principali 10 OEM (come Chery, Dongfeng, Changan, GAC, JAC e altri), nonché nuove aziende di veicoli elettrici.

#Pininfarina Shanghai è in grado di supportare le case automobilistiche cinesi dalla fase di progettazione e dalla definizione del linguaggio del design alla realizzazione di show car e concept car.

Per gli OEM cinesi sono stati progettati veicoli dal grande successo commerciale, come il DX7, primo risultato della collaborazione tra #Pininfarina e South East Motor-SEM, seguito dal SUV compatto DX3.

Per il brand hi-tech Hybrid Kinetic Group Limited di Hong Kong, #Pininfarina ha sviluppato un’intera famiglia di auto elettriche: la berlina di lusso H600presentata al Salone dell’Auto di Ginevra nel 2017, i SUV K550 a 5 posti e K750 a 7 posti presentati al Salone dell’Auto di Shanghai nel 2017, la HK GT acclamata dalla critica al Salone dell’Auto di Ginevra del 2018,la berlina H500 e il SUV K350 a 4 posti svelato ad Auto China 2018.

Il business di #Pininfarina in Asia si sta espandendo dall’automotive all’architettura e al design industriale.

Nell’ottobre del 2018 è stata firmata una collaborazione strategica con Hisense, una delle maggiori aziende al mondo di elettrodomestici ed elettronica di consumo, oltre a importanti collaborazioni con produttori cinesi del settore dei trasporti e del design industriale.

Pininfarina ha anche designato IMG come suo rappresentante globale per le licenze in un accordo pluriennale.

La partnership con IMG, che ha una solida presenza in Cina, darà la possibilità al marchio #Pininfarina di essere concesso in licenza a selezionate categorie di produttori di beni di consumo, dotando una più ampia gamma di prodotti e consumatori del pluripremiato design di #Pininfarina con un’attenzione particolare per il settore del lifestyle, che include abbigliamento tecnico sportivo, elettronica, accessori per le #auto, arredamento, articoli da viaggio e progetti immobiliari.

Nel 2017 è stato annunciato il primo progetto architettonico di #Pininfarina in Cina,incentrato sulla sede centrale di Higold, un edificio che sorgerà a Shunde. #Pininfarina Architecture ha firmato l’intero progetto architettonico, dal design della facciata al paesaggio.

Pininfarina è la prima azienda ad aver vinto il premio “Via della seta” dei China Awards del 2017, organizzati dalla Fondazione Italia #Cina.

Il premio è stato ritirato dal CEO Silvio Pietro Angori durante una cerimonia di premiazione che ha riunito aziende, istituzioni e personalità italiane e cinesi che sono state in grado di cogliere al meglio le opportunità offerte dalle relazioni economiche e culturali tra Italia e #Cina.

Nella motivazione si spiega che #Pininfarina è stata premiata “per il lungo e significativo percorso di crescita in #Cina, iniziato negli anni Novanta e continuato con successo fino all’apertura della sede di Shanghai e ai risultati ottenuti negli ultimi anni.

Il premio viene consegnato a #Pininfarina anche perché nel suo percorso di sviluppo ha instaurato relazioni durature e vantaggiose con molti dei paesi che saranno protagonisti della Nuova via della seta, iniziativa sognata e lanciata dal presidente cinese Xi Jinping”.

Nel dicembre del 2017 il Vicepremier cinese Ma Kai ha dedicato a #Pininfarina una parte del suo soggiorno privato a Torino, confermando la dedizione ventennale dell’Azienda alla #Cina. “

La #Cina è il mercato della mobilità sostenibile più grande al mondo – ha dichiarato il vicepremier durante la visita. – Produciamo il 50% delle macchine elettriche a livello globale.

La visita ha confermato il know-how e le competenze di #Pininfarina in questo campo. Quindi ci auguriamo di poter instaurare nel prossimo futuro una partnership tra il prestigioso marchio italiano e il governo cinese che possa essere vantaggiosa per entrambi”.

Riccardo Reina

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: