Salone internazionale del libro 2022 a Torino

Salone internazionale del libro 2022 a Torino

Con il mese delle rose torna il Salone Internazionale del Libro di Torino, previsto  dal 19 al 23 maggio nei Padiglioni 1, 2, 3 e di Lingotto Fiere e negli spazi  Oval del Centro Congressi Lingotto.

Cuori selvaggi è il tema della XXXIV edizione del Salone, che accompagnerà gli appuntamenti, le conversazioni, gli spettacoli, le letture, i concerti sempre in nome dell’amicizia, della pace tra i popoli, del dialogo e dell’amore per la cultura.

Dopo il successo dell’edizione di ottobre, il Salone torna con un ampliamento degli spazi di 10mila metri quadri, che portano a 110mila i metri quadri complessivi della superficie espositiva, con alcune importanti novità.

Da sempre laboratorio di riflessione e approfondimento, il Salone ha voluto ideata una Casa della Pace,  dedicata al dialogo, all’incontro, all’informazione sulle iniziative di solidarietà del territorio e al racconto di esperienze, in cui ONG, reti solidali, soggetti del terzo potranno condividere con i visitatori esperienze e storie.

Un’altra novità della XXXIV edizione sarà il Bosco degli Scrittori realizzato da Aboca Edizioni, che è un anfiteatro naturale di 200 metri quadri, composto da oltre 1000 alberi, tra piante e arbusti, per presentazioni e dibattiti sui grandi temi ambientali, oltre che per le iniziative del Salone dedicate alla natura e alla sostenibilità.

Per l’edizione 2022 sarà inoltre ulteriormente arricchita l’offerta con SalTo Live, il palco degli incontri all’aperto, e il Giardino delle Storie di Chora Media, dove scoprire i podcast che raccontano l’attualità.

All’aperto si terrà la prima edizione del Calcetto Letterario, torneo di biliardino a scopo benefico organizzato da Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro ONLUS in collaborazione con FISCB – Federazione Italiana Sport Calcio Balilla e, in collaborazione con la Federazione Italiana Tennis, e per riaffermare il forte legame tra la città e le Nitto ATP Finals, saranno allestiti dei campi pratica in cui adulti e bambini potranno gratuitamente approcciarsi alla disciplina del tennis.

È il Friuli Venezia Giulia la regione ospite al Salone, come la porta verso l’Europa dell’Est, e ha fatto della sua peculiarità geografica un valore in rapporto al suo patrimonio culturale e letterario.

La XXXIV edizione del Salone Internazionale del Libro di Torino si aprirà giovedì 19 maggio con la lectio inaugurale dello scrittore indiano Amitav Ghosh sui temi dell’ambiente e della sostenibilità, in collaborazione con Neri Pozza e  l’inaugurazione del Bookstock, lo spazio dedicato ai giovani lettori, con l’intervento di Maria Falcone, che racconterà agli studenti le battaglie e il lascito del fratello Giovanni.

Inoltre, sono attesi al Lingotto, come da tradizione, i finalisti del Premio Strega Europeo, nato nel 2014 in occasione del semestre di presidenza italiana del Consiglio dell’Unione Europea, che sono  cinque scrittori tradotti e pubblicati in Italia che hanno ottenuto nei Paesi di provenienza un importante riconoscimento nazionale.

In occasione dei 50 anni della casa editrice Fanucci ci sarà la presentazione del Grande Libro della Fantascienza con il curatore, Lavie Tidhar, con Francesco Verso, unico autore italiano nell’antologia, e l’illustratore Maurizio Manzieri, e si celebrerà Enzo Sellerio, editore e fondatore della casa editrice che porta il suo nome, nonché grande fotografo e inventore di copertine.

​​Nell’Oval, la Rai dedicherà al racconto della manifestazione finestre di approfondimento, collegamenti in diretta e trasmissioni, per rendere  ancora più solido il rapporto con l’evento più importante d’Italia per il mondo dell’editoria.

Una novità di questa edizione sarà la realizzazione di podcast live a cura di Rai Radio e di RaiPlaySound, che esordisce quest’anno al Salone.

Paola Montonati

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it