Estate 2019 con gli zoccoli in legno firmati GUCCI

Forse tutti ricordano gli zoccoli di legno che negli anni Settanta hanno spopolato in estate.

Potrebbero tornare in auge e diventare l’accessorio più trendy dell’estate 2019.

A rilanciarli per la Maison Gucci, proponendo una nuova versione con la storica suola in legno che ricorda la calzatura vintage, ma nella versione proposta da Gucci, sarà sagomata e con un cinturino di pelle con la caratteristica fibbia con doppia G.

La Maison la proporrà in due varianti di colore, beige e nera, disponibili sul sito Gucci.

Nonostante il prezzo elevato molti non resisteranno alla tentazione di fare un tuffo nel passato.

Gli zoccoli di legno erano stati ideati in Olanda e nella pianura padana, per poi diffondersi in Francia, Inghilterra e Scandinavia come la scarpa da lavoro più comune in Europa durante l’era della rivoluzione industriale.

Queste scarpe derivavano dalle calceus, le calzature con suola di legno che esistevano durante l’impero romano, con le cinghie di cuoio che avvolgevano la parte superiore del piede.

Il design dello zoccolo di legno si è poi evoluto come una scarpa chiusa che proteggesse i piedi dagli elementi bagnati e freddi.

Sia gli uomini che le donne contadine indossavano zoccoli da sempre per il calore e protezione, per poi essere le scarpe ideali per minatori, agricoltori e lavoratori edili.

L’artigiano esperto nella fabbricazione degli zoccoli era detto bodgers e i legni di balsa, ontano, salice, faggio e sicomoro erano i preferiti da questi artigiani per la creazione di zoccoli perché questi boschi non si trovavano facilmente.

Gli zoccoli tradizionali nascevano da un blocco quadrato di legno, bagnato, tagliato e levigato, poi le scarpe erano impilate per consentire un’essiccazione completa e infine erano dipinti, di solito con una varietà di modelli.

Indimenticabile il film L’albero degli zoccoli di Ermanno Olmi del 1978, vincitore della Palma d’oro al 31º Festival di Cannes.

L’umile calzatura intagliata dal padre per il figlio rappresenta nel film il casus belli per un affresco della vita contadina negli ultimi anni dell’ottocento.

Molti villaggi avevano vari modelli e disegni per gli zoccoli, e gli stili di scarpe erano diversi in alcune aree d’Europa.

Gli zoccoli hanno un caratteristico suono di clic quando si cammina, ed è stato questo ritmo che ha portato alla nascita degli zoccoli che ballano, durante l’era vittoriana in Inghilterra.

Il clog dancing arrivò negli Stati Uniti durante nel XIX secolo e gli zoccoli ispirarono la creazione delle moderne scarpe da tip tap.

Durante la fine del ventesimo secolo in Europa e negli Stati Uniti, gli zoccoli furono molto di moda e oggi gli stili degli zoccoli tradizionali con suole di legno s’incontrano con nuovi materiali come la pelle e il tessuto che sono utilizzati per la struttura delle scarpe.

Riccardo Reina

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: