Conoscere, un’enciclopedia leggendaria

Conoscere, un’enciclopedia leggendaria

In uno scatolone, avvolta con cura, conservo Conoscere, la mia prima compagna di letture.

Quei libri già un po’ usati dalla mamma e dagli zii furono i miei primi compagni di lettura, tramite essi mi appassionai alla storia, all’arte, alla letteratura.

Un modo colorato e piacevole di aprirsi al mondo, ogni pagina era nuova, senza un ordine preordinato, una vera continua sorpresa.

Con le sue copertine, rosse, nere o verdi, l’enciclopedia italiana a fascicoli per ragazzi Conoscere, edita dalla casa editrice Fratelli Fabbri, divenne parte delle case di tante famiglie nel secondo dopoguerra….

Nei primi anni Cinquanta il costo dei libri era tra le primarie ragioni che ostacolavano il generale assolvimento dell’obbligo scolastico e per questo Giovanni Fabbri propose al ministero la soluzione di pubblicare i libri scolastici a dispense e distribuirli attraverso le edicole, diluendo la spesa e creando un rinnovato interesse negli scolari.

Il ministro dell’epoca, Giuseppe Ermini, valutò favorevolmente l’iniziativa, ma decise di non attuarla.

Fu così che la Fabbri decise di dirottare le esperienze e le persone di quel progetto verso la realizzazione di un’enciclopedia a fascicoli per ragazzi, come un tutor per gli studenti delle scuole elementari e medie che nelle famiglie potevano raramente trovare un adeguato supporto.

E l’idea di promulgare la cultura generale traspariva anche dall’ordine delle voci di Conoscere, infatti ogni voce occupava una o due pagine ed ere illustrata con una serie di disegni e il loro ordine non era né tematico né alfabetico, ma casuale, per incoraggiare una lettura interdisciplinare e variata.

La prima edizione del 1958 di Conoscere, chiamata “nera” dal colore della copertina-raccoglitore, fu immediatamente accolta da un grande favore del pubblico, tanto che la tiratura del primo fascicolo andò esaurita, dimostrandosi di gran lunga insufficiente a soddisfare la domanda. L’impossibilità di aumentare la tiratura e la domanda sempre crescente fecero decidere alla Fabbri una seconda edizione per il 1959, apportando alcuni aggiornamenti e distinguendo il nuovo progetto con il colore rosso.

Un medesimo sistema fu adottato anche negli anni successivi con la versione azzurra (1960), la gialla (1961), la verde (1962), fino a giungere all’ultima edizione del 1963, detta la nera lusso, che era formata da 202 fascicoli, 17 dischi, 4 dizionari enciclopedici, un corso d’italiano e uno di matematica.

In totale furono venduti oltre 600 milioni di fascicoli, oltre a un corso di lingua inglese, a dispense, con il quale si diede inizio alla divulgazione della lingua anglosassone.

L’enciclopedia Conoscere venne venduta con il sistema porta a porta, dove si chiedeva un’intervista sul campo della lettura a tutte le persone cui si suonava il campanello.

Durante gli anni Settanta ci fu una ristampa della collana che era divisa in sedici volumi, presentava una copertina arancione e negli anni ottanta fu data alle stampe dalla Fabbri, per la vendita in libreria, la collana in diciannove volumi Le ricerche di conoscere, la degna erede della storica Conoscere.

Paola Montonati

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: