Guida Regime forfettario 2019: Requisiti di accesso

Dopo aver visto nei precedenti articoli, i cambiamenti principali e quanto conviene, oggi analizziamo Regime forfettario, che permette di poter usufruire di diverse semplificazioni nella gestione della propria attività.

Non tutti possono accedere al Regime forfettario ma, a differenza del 2018, il requisito richiesto per potersi avvalere del forfettario è solo uno:

  • I contribuenti persone fisiche esercenti attività d’impresa, arti o professioni applicano il regime forfetario se, al contempo, nell’anno precedente: hanno conseguito ricavi ovvero hanno percepito compensi, ragguagliati ad anno, non superiori a euro 65.000.

In poche parole, potrai accedere al Regime forfettario solo se nell’anno precedente non hai avuto ricavi superiori ai 65.000 euro.

NB: Il limite dei ricavi di 65.000 euro deve essere calcolato prendendo in considerazione solo i ricavi d’impresa e non gli eventuali altri redditi come ad esempio i redditi di lavoro dipendente o di pensione.

Sono stati completamente eliminati i requisiti che riguardavano:

Esistono, però, alcuni casi in cui anche se rispetti il limite dei 65.000 euro di ricavi, sei comunque impossibilitato all’applicazione del Regime forfettario

Cause esclusione

Anche se nell’anno precedente hai conseguito ricavi minori di 65.000 euro, esistono alcune disposizioni che comunque ti escludono dalla possibilità di applicazione del Regime forfettario.

Alcune di queste cause di esclusione sono uguali a quelle del 2018, mentre altre sono diverse.

Nel 2019, non possono avvalersi del Regime forfettario:

  • I soggetti che si avvalgono di Regimi speciali Iva o di Regimi forfetari di determinazione del reddito.

Per esempio sono escluse dal Regime forfettario tutte le attività di:

  • Agricoltura e attività connesse alla pesca
  • Vendita di Sali e tabacchi
  • Commercio di fiammiferi
  • Editoria
  • Gestione di servizi di telefonia pubblica
  • Rivendita di documenti di trasporto pubblico e sosta
  • Agenzie di viaggio e turismo
  • Agriturismi
  • Vendite a domicilio (porta a porta)
  • Rivendita beni usati, di oggetti d’arte o da collezione
  • Agenzie di vendite all’asta di oggetti d’arte o da collezione

NB: se svolgi due tipologie di attività e per una di queste ti avvali di un Regime speciale Iva, non ti sarà possibile applicare il Regime forfettario anche per le altre attività che svolgi, anche se in realtà sarebbero compatibili con tale Regime.

  • I soggetti non residenti, a meno che non risiedano in uno degli Stati membri dell’Unione europea o in uno stato che abbia speciali accordi con l’Italia e che comunque producano nel territorio italiano almeno il 75% dei redditi complessivi.
  • Soggetti che effettuano in via esclusiva:
    • Cessioni di fabbricati;
    • Cessioni di terreni edificabili;
    • Cessioni di mezzi di trasporto nuovi;
  • I soggetti che, contemporaneamente all’attività con Partita Iva, partecipano a: società di persone, imprese familiari oppure che “controllano” Società a responsabilità limitata o Associazioni in partecipazione e con la Partita Iva individuale esercitano attività economica riconducibile a quella della società (o associazione).
  • le persone fisiche la cui attività sia esercitata prevalentemente nei confronti di datori di lavoro con i quali sono in corso rapporti di lavoro o erano intercorsi rapporti di lavoro nei due precedenti periodi d’imposta, ovvero nei confronti di soggetti direttamente o indirettamente riconducibili ai suddetti datori di lavoro.

I redditi da pensione, sono considerati redditi di lavoro dipendente, pertanto saranno soggetti alle stesse loro regole e limitazioni

Nel caso in cui rispetti il requisito d’accesso che prevede di non aver conseguito l’anno precedente ricavi maggiori di 65.000 euro e non rientri in nessuna delle cause di esclusione sopra elencate, puoi finalmente dichiarare di poter accedere al Regime forfettario.

Per qualsiasi informazione o domanda potete inviare una email allo Studio Dott. Commercialista  Fivizzani Marco a: studiofivizzani@gmail.com oppure chiamare in orari d’ufficio al numero 0322 241981

Riccardo Reina

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: