The Innovation Alliance a Fiera Milano

The Innovation Alliance a Fiera Milano

Dal 3 al 6 maggio a Fiera Milano il settore della meccanica strumentale sarà a The Innovation Alliance, con quattro manifestazioni,  Ipack-Ima, Print4All, GreenPlast e Intralogistica Italia, più di 1600 aziende e 11 padiglioni espositivi, per raccontare la digitalizzazione e l’industria 4.0, ma anche per tracciare il percorso verso una nuova consapevolezza in materia di sostenibilità.

The Innovation Alliance è un progetto sinergico per presentare il meglio della meccanica strumentale e le soluzioni più innovative dedicate ai diversi settori rappresentati dalla manifestazione.

Si tratta di un format unico, a livello europeo, che accoglie e valorizza la capacità progettuale e produttiva di una filiera strategica del made in Italy che vale complessivamente 25,6 miliardi di euro, dove investire in innovazione e fare sistema tra settori complementari è determinante per rendere ancora più competitive le PMI a livello internazionale.

Il format, già apprezzato nella sua edizione di debutto nel 2018, consentirà al visitatore professionale di avere, in un unico appuntamento, una fotografia precisa dei grandi cambiamenti che stanno trasformando il settore e che richiedono un alto livello di innovazione, nuove competenze e investimenti in ricerca e sviluppo.

Saranno in mostra le tecnologie dell’industria manifatturiera, con proposte che vanno dalle soluzioni green elaborate dal mondo della gomma e  della plastica, alle tecnologie di processo alimentare, dal packaging per i comparti food e non food alla personalizzazione grafica, fino allo stoccaggio e alla movimentazione del prodotto finito.

Ad unire il tutto, come un ideale fil rouge, saranno i grandi temi che stanno rivoluzionando in modo trasversale il mercato e i modelli di produzione, con industry 4.0, smart manufacturing, sostenibilità ed economia circolare, servitizzazione, digitalizzazione e intelligenza artificiale, fondamentali per uno sviluppo consapevole del settore che guidano una formazione specifica.

Non poteva mancare in questa edizione di The Innovation Alliance una forte spinta sul tema dell’economia circolare, partito già nel mese di marzo con il Circular Economy Summit – Intelligenza Artificiale e modelli di Economia Circolare, con nuove occasioni per approfondire gli spunti emersi, sia all’interno dell’offerta espositiva che nei momenti di formazione.

Fondamentale è la legislazione, che deve regolare la gestione dei rifiuti, oltre a una corretta formazione interna ed esterna alle aziende, perché dove c’è cultura ci sarà una migliore gestione del riciclaggio.

Infine, un ruolo fondamentale lo ricopre l’Ecodesign, dove ragionare in fase di progettazione sul fine vita di un prodotto vuol dire tenerne in considerazione l’impatto ambientale nell’intero ciclo di vita, dalla ideazione allo smaltimento.

Ma soprattutto è necessaria la collaborazione di tutti gli attori della filiera per lavorare a standard comuni e soprattutto la capacità di realizzare investimenti che rinnovino gli impianti produttivi puntando alla sostenibilità in tutte le fasi della produzione.

Altro tema che quest’anno ritroveremo all’interno della manifestazione è quello dell’intelligenza artificiale, che può rappresentare un importante punto di riferimento anche verso la transizione ad un modello di economia circolare.

Le nuove tecnologie inoltre possono contribuire alla progettazione di materiali con specifiche monitorate e ottimizzare l’uso delle risorse, ridurre gli sprechi e favorire il riutilizzo degli scarti.

Paola Montonati

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it