Mostra della ceramica di Castellamonte

Mostra della ceramica di Castellamonte

Sabato 20 agosto alle 17 sarà inaugurata la ventesima edizione della mostra della ceramica di Castellamonte, in provincia di Torino, presso piazza Martiri della Libertà.

L’Amministrazione comunale, rappresentata dal Sindaco Pasquale Mazza e dall’Assessore alla Cultura Claudio Bethaz, insieme al curatore Giuseppe Bertero, già responsabile delle precedenti mostre, con i ceramisti di Castellamonte e il Liceo Artistico Felice Faccio, hanno deciso di dedicare la sessantunesima edizione della mostra della ceramica ai Cento Anni della Scuola d’Arte Felice Faccio, oggi Liceo Artistico, che dal 1922 ad oggi è sempre stato centro culturale per il territorio.

Per l’occasione verrà allestita una mostra presso il Liceo Artistico Statale Felice Faccio a cura del Dirigente Scolastico e dei docenti che presenteranno opere storiche e recenti dell’attività didattica della sezione ceramica.

Fra le molte iniziative si torna a proporre il progetto Ritorno alla rotonda Antonelliana che ha riscosso un grandissimo successo durante tutto il periodo dell’esposizione ma anche oltre il termine della mostra.

In questo spazio suggestivo è prevista l’esposizione di grandi opere realizzate dagli artisti di Castellamonte, Faenza, della Baia della Ceramica e Pavia.

Fra le arcate del Palazzo Antonelli, sede del Comune, saranno esposte le stufe di Castellamonte, sia quelle della tradizione che quelle contemporanee di squisita fattura,  sempre più famose nel mondo.

Al piano terra del Centro Congressi Martinetti, sarà allestita la mostra delle opere selezionate per il concorso internazionale Ceramics in Love  2022, dedicato alla Ucraina, infatti vi partecipano ben cinque artisti di questa nazione e al secondo piano sarà ospitata la Collezione permanente delle ceramiche sonore, ovvero i fischietti in terracotta provenienti da tutte le parti del mondo raccolti dal grande ceramista Mario Giani, da lui donati alla città.

Nella stessa sede espositiva  ci saranno i lavori di due giovani artisti, Gianluca Cutrupi e Paolo Pastorino.

Inoltre, al primo piano del Martinetti, continua l’esposizione delle opere del recente concorso internazionale Ceramiche Sonore, inaugurata a maggio 2022.

Ai cento anni della scuola d’arte si aggiungono i duecento anni della Casa della Musica, infatti gli allievi del corso di ceramica del Liceo Artistico presentano diversi strumenti musicali realizzati in terracotta smaltata.

Anche per l’edizione di quest’anno sono confermati i punti espositivi che accompagnano il percorso ufficiale della mostra,  la Rotonda Antonelliana, le arcate del Palazzo Antonelli, il Centro Congressi Martinetti, la Casa della Musica e  la storica Fornace Pagliero 1814.

Paola Montonati

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: