Gli organizzatori del North American International Auto Show di Detroit hanno progettato un  grande ritorno, dopo tre anni di assenza, del Salone dell’auto della città sulle rive del lago Michigan.

L’appuntamento è fissato dal 17 al 25 settembre, che sarà preceduto dalla tradizionale due giorni dedicata alla stampa.

Il Naias 2022 si terrà in una nuova sede, l’Huntington Place, il centro convegni che affaccia proprio sul fiume che dà il nome alla città che ha messo le ruote all’America, come dicono gli organizzatori, e che divide gli Usa dal Canada.

Le novità partono dal logo della manifestazione, rinnovato completamente, e proseguono con una serie di piste all’aperto,  almeno 5, dove sarà possibile provare gli ultimi avanzamenti tecnologici nel settore della mobilità, con un occhio particolare alla elettrificazione che sarà al centro dello show come ha sottolineato il direttore esecutivo del Detroit Auto Show Rod Alberts.

Infatti l’evento di quest’anno avrà un ruolo di vitale importanza nella promozione delle tecnologie emergenti, in particolare per quanto riguarda l’elettrico, dato che il Salone, sarà il primo della nuova stagione e dovrebbe comprendere la presentazione di molti nuovi modelli in uscita proprio in quel periodo”.

Secondo gli organizzatori oltre ai principali marchi automobilistici operanti sul suolo Usa ci saranno altri 80 espositori, come start up, fornitori di componenti, ma anche università e altre realtà interessate allo sviluppo della mobilità del XXI secolo.

Previsto anche,per  la vigilia della apertura al pubblico, un gala di beneficenza, che sarà diffuso in città e non confinato in un solo luogo coinvolgendo così tutta l’area metropolitana,  destinato a raccogliere fondi per i bambini delle zone meno sviluppate.

Il Naias 2022 segue così la nuova tradizione dei saloni dell’auto, in particolare negli Stati Uniti, con meno  esibizione statica di modelli e più  maggior coinvolgimento per il pubblico, chiamato a sperimentare in prima persone la nuove frontiere tecnologiche, come quella dell’elettrico.

Un esempio in proposito è il recente Auto Show di New York,  sopravvissuto a differenza di quello previsto a Pechino, cancellato e poi tenutosi  a metà aprile.

Anche nel caso della Grande Mela a farla da padrona è stata l’elettrificazione con le presentazioni di una serie di novità per gli Usa, a partire dal van ID.Buzz di Volkswagen, per proseguire con la elettrica i7 di Bmw e l’EQS Suv di Mercedes.