Lucian Freud, nipote di Sigmund Freud e padre della stilista Bella, fu uno dei più grandi pittori del Novecento inglese.

Nato a Berlino l’8 dicembre 1922 da una ricca famiglia ebrea che fin da bambino gli fece conoscere un ambiente culturale ricco e stimolante. Lucien nel 1933 si rifugiò a Londra per  sfuggire al regime nazista, diventando cittadino britannico nel 1939.

Nel 1937 Freud realizzò la sua prima e unica scultura, che gli valse l’accesso prima alla Central School of Arts and Crafts di Londra e poi alla East Anglian School of Drawings and Paintings di Dedham, dove fu  allievo di Cedric Morris.

A Londra divenne amico dei pittori Francis Bacon e Edward Hopper e visse nel quartiere Paddington, nonostante la ricchezza della sua famiglia, ma la sua solitudine si nota anche nei quadri che dipingeva come per esempio Man with a feather e The village boys.

Nel 1944 Lucian espose alla sua prima personale, ottenendo un notevole successo e, nel 1954, partecipò insieme a Francis Bacon e Ben Nicholson alla Biennale di Venezia, con una delle sue opere più celebri, Hotel Bedroom.

A partire dagli anni Cinquanta la pittura di Freud vide l’abbandono del disegno come struttura principale del dipinto, focalizzandosi maggiormente sulle emozioni della persona ritratta.

In quegli anni fu premiato al Festival of Britain con l’Arts Council Prize e fu  nominato professore alla Slade School of Fine Art di Londra.

All’inizio degli anni Ottanta Freud partecipò a numerose mostre personali in tutti il mondo, anche in Giappone e negli USA, e nel 1983 gli venne  conferita l’onorificenza di Companion of Honour.

Negli ultimi anni della sua carriera iniziò a realizzare ritratti non solo ad amici, parenti e persone conosciute.

La sua fama era tale che nel 2000 gli fu  commissionato il ritratto della Regina Elisabetta II e uno dei ritratti più conosciuti di questo periodo di Lucian Freud è quello di Kate Moss del 2002,  venduto a un collezionista per dieci milioni di dollari.

Il quadro raffigurante Kate Moss fu una delle ultime opere dell’artista, che morì il 20 luglio 2011 nella sua casa di Londra dopo una breve malattia.