Tra i più noti appuntamenti della scena artistica internazionale, Arte Fiera, sull’arte moderna e contemporanea, torna a Bologna dal 3 al 5 febbraio con la 46° edizione, portando in città una ventata di creatività e rinnovamento.

Quest’anno la kermesse presenta un’edizione ricca  di novità, a partire dalla scelta di coinvolgere il collezionista Enea Righi nel ruolo di Managing Director.

Tra le altre novità ci sono il public program, l’allestimento di stand e aree comuni, sempre più wasteless e orientati al riuso, in un’ottica di sostenibilità, e l’accoglienza e la ristorazione del pubblico, che potrà visitare ben 141 espositori suddivisi in due padiglioni, 25 e 26, facilmente accessibili da Piazza della Costituzione.

Come ogni anno, sono numerose le sezioni di Arte Fiera, ad esempio la Main Section spazia dal Moderno e dall’arte post-bellica fino al contemporaneo , con un forte rilievo sull’arte italiana, oltre al format Percorso, un itinerario che collega alcuni stand della section secondo un filo conduttore, la ceramica, rappresentata da Mutina.

Giunta alla sua quarta edizione, Pittura XXI è una panoramica della pittura del XXI secolo, italiana e internazionale, dai talenti emergenti fino agli artisti mid-career, oltre a Fotografia e immagini in movimento, punto di riferimento per collezionisti e appassionati di questa arte, che qui dialoga  con altri media, in primis il video.

Invece Multipli è una new entry, aperta sia alle gallerie che ad editori e librerie specializzate e dedicata alle opere in edizione di ogni genere, e Opus novum, la commissione di un’opera inedita rivolta a un artista affermato, che la presenterà in Fiera, quest’anno sarà del maestro Alberto Garutti, del quale verrà celebrato anche il legame con Bologna, in cui insegnò negli anni Novanta.

La performance, frutto di una collaborazione tra la fiera e Fondazione Furla e con la curatela di Bruna Roccasalva, vedrà un intervento di Public Movement, un collettivo artistico originario di Israele.

Inoltre, in piazza Costituzione un maxischermo ospiterà la Led Wall Commission con un video d’artista, dedicata al videomaker Yuri Ancarani, protagonista anche di una mostra personale al MAMbo di Bologna.

Infine, torna il ciclo di conversazioni Book Talk sui  libri d’arte, che ha lo scopo di presentare al pubblico alcuni dei più interessanti titoli di recente pubblicazione e il cui programma è affidato a Guendalina Piselli, assistente alla direzione artistica di Arte Fiera.

Durante la kermesse saranno anche consegnati diversi premi in ambito artistico.