Gli Abba, dalla Svezia all’Eurofestival

Gli Abba, dalla Svezia all’Eurofestival

Gli Abba, il gruppo musicale pop svedese di Agnetha Faltskog, Benny Andersson, Björn Ulvaeus e Anni-Frida Lyngstad, sono simboli musicali della Scandinavia, in carriera hanno venduto oltre 375 milioni di dischi in tutto il mondo.

Benny Anderson era un membro degli Hep Stars, una band rock/pop svedese molto popolare nel suo paese natale durante gli anni Sessanta, modellata sui più celebri gruppi britannici e statunitensi del tempo, come gli Herman’s Hermits, The Who e i Rolling Stones, che ebbero un discreto seguito, in particolare tra le ragazze.

Intanto Björn Ulvaeus aveva fondato un gruppo skiffle, gli Hootenanny Singers, dalle sonorità più commerciali, rispetto a quelle degli Hep Stars.

I due si incontrarono per la prima volta nel 1966 intraprendendo da subito una stretta collaborazione musicale.

Agnetha Fältskog, invece, era già molto nota, dopo aver recitato il ruolo di Maria Maddalena nella versione svedese del musical Jesus Christ Superstar e aver composto ed eseguito canzoni pop nello stile di un cantautore molto celebre, Schlager, unite ad alcune cover delle hits suonate da gruppi che in quel momento andavano per la maggiore.

Nel circuito del Swedish folkparks, concerti folk-rock all’aperto dei figli dei fiori, aveva conosciuto Björn e le loro nozze, celebrate nel 1971, furono definite il matrimonio dell’anno.

Anni-Frida Lyngstad, cantante di cabaret, conobbe Benny Anderson nel 1969, incontro avvenuto sempre in uno Swedish folkparks, per poi cantare le parti vocali di supporto, con Agnetha, nell’album Lycka.

Björn e Benny scrissero una canzone per l’Eurofestival del 1972, eseguita da Lena Anderson. Il brano, dal titolo Say It With a Song, che si classificò al terzo posto nelle eliminatorie, ma aveva raggiunto i primi posti delle classifiche in molti paesi.

L’anno successivo, il gruppo andò alle selezioni dell’Eurofestival, questa volta con la canzone Ring Ring, ma non venne selezionato a rappresentare la Svezia per il prestigioso concorso poiché, per quanto forti della schiacciante maggioranza dei voti della giuria popolare al Melodifestivalen, la selezione svedese per la manifestazione europea, il gruppo arrivò solo terzo.

Dopo l’esperienza del 1972, i quattro cambiarono il nome del gruppo in Abba, ricavato dalle iniziali dei nomi di battesimo dei componenti.

Nel 1974 decisero di tentare ancora una volta la carta dell’Eurofestival, ispirati a livello visivo dalla scena glam-rock, con Waterloo, un brano che utilizzava il Wall-of-Sound di Michael Tretow.

Il gruppo vinse il Melodiefestivalen e si qualificò per la manifestazione europea di Brighton, vincendo l’Eurofestival.

Dal 1975 il loro successo si andò consolidando, ogni singolo rimaneva per lungo tempo nelle classifiche, come Mamma Mia e la prima antologia, Greatest Hits.

Con l’album realizzato nel 1976, Arrival, ci furono tre hit Money, Money, Money, Knowing Me, Knowing You e il loro brano più celebre, Dancing Queen, cantato alla presenza del re di Svezia nel giorno del suo matrimonio.

Gli Abba fecero seguire ad Arrival nel 1977 il loro disco forse più complesso, Abba – The Album.

Nel 1978 gli Abba erano all’apice della carriera e il singolo Summer Night City fu nei primi posti delle charts e spianò la strada per l’ingresso del gruppo nelle discoteche, con l’album Voulez-Vous.

Gli Abba si imbarcarono nel tour statunitense nel 1979, ma il seguito oltreoceano non fu consistente, arrivò troppo tardi.

L’album seguente, Super Trouper (1980) vede buoni riscontri di vendita ma il gruppo a livello sonoro inizia a essere povero di nuove idee e di non stare al passo con i tempi e si avvertiva in Super Trouper un forte senso ironico, acuito nel lavoro finale del gruppo, The Visitors (1981) che mostrava una maturità nella scrittura dei testi.

Contemporaneamente al declino degli Abba, si verificò anche il fallimento di entrambi i matrimoni dei componenti del gruppo, che fu la causa primaria della fine, aggravata anche da contrasti interni tra le due donne, se Agnetha intendeva dedicarsi maggiormente alla vita familiare e ridurre le tournée, per Frida la carriera era da mettere in primo piano.

La situazione diventò ben presto insostenibile e il gruppo decise per lo scioglimento nel 1982.

Nel 2001 furono insigniti del premio Ivor Novello Award per il complesso della loro attività e un anno dopo il gruppo entrò nel Vocal Group Hall of Fame statunitense.

Nell’ottobre 2005, Waterloo degli Abba fu proclamata miglior canzone concorrente nella storia dell’Eurofestival.

Paola Montonati

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: