Sapori d’Istria: sardina uva e funghi

I prodotti tipici che caratterizzano la cucina dell’Istria diventano i protagonisti, in certi periodi dell’anno, di vere e proprie feste che coinvolgono tutto il paese e richiamano i turisti amanti della buona cucina.

A dare il via all’autunno ci pensa quest’anno la Sardelafest, la festa della sardina di Mandracchio, a Cittanova, sabato 7 settembre 2019.

Non solo la sardina, ma il pesce azzurro in generale, dall’acciuga allo sgombro al tonno, sono alimenti raccomandati nelle diete bilanciate, perché ricchi di proteine, acidi insaturi omega 3, vitamine B e D.

Alla festa della sardina si potranno assaggiare saporiti e fantasiosi bocconcini ideati e preparati per l’occasione dagli chef.

Inoltre durante la manifestazione agricoltori e artigiani esporranno i loro prodotti: ottimi oli extravergini d’oliva, formaggi, prosciutto e salame, paste fatte in casa, prelibati dolci, cosmetici naturali. Il tutto accompagnato da musica e balli.

Si prosegue nel weekend 13-15 settembre 2019 con la Festa dell’uva che si terrà a Buie.

La manifestazione, nata come segno di gratitudine per i frutti della terra, in origine segnava l’inizio della vendemmia, oggi è divenuta un evento importante all’insegna di grappoli maturi, vendemmia, vini e balli.

Il programma prevede degustazioni e giochi a premio, musica dal vivo e balli, gare sportive e intrattenimento per bambini, pubblicazioni sul vino e concerti.

I momenti clou sono rappresentati dal grande corteo allegorico che passa tra le vie del paese a ricordare i lavori nei campi e la vendemmia e dal rito della Mistela che si svolge nella Corte di Bacco. Si tratta della produzione del vino locale secondo un’antica ricetta buiese: l’uva viene versata in una grande botte e schiacciata con i piedi, proprio come ai tempi antichi.

L’autunno continua all’insegna di un altro prodotto fondamentale della cucina istriana. Sabato 26 e domenica 27 ottobre 2019 infatti è la volta delle Giornate dei funghi a Verteneglio.

L’appuntamento, oltre a coinvolgere buongustai, richiama anche amanti delle passeggiate nella natura, dal momento che la prima giornata è dedicata proprio alla competizione nella raccolta dei funghi, alla ricerca del fungo più bello e più grande!

La giornata prosegue con programma culturale e intrattenimento musicale. La domenica invece è dedicata alla preparazione del calderone di funghi da degustare tutti insieme.

Durante tutto il weekend, gli ospiti avranno la possibilità di visitare l’esposizione micologica e di acquistare prodotti locali, tra cui olio extravergine di oliva, vino, miele, castagne e altri prodotti di stagione.

Riccardo Reina

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it