Coca Cola, ed è subito estate…

Coca Cola, ed è subito estate…

La bevanda simbolo dell’estate nel mondo…

La Coca-Cola fu inventata nel 1886 da John Styth Pemberton, un farmacista di Atlanta, in Georgia e, dopo 25 anni, arrivò in Italia.

Allora era difficile che un prodotto si diffondesse da una parte all’altra del globo in così breve tempo, ma Coca-Cola nel 1919 registrò il marchio nel nostro Paese, mentre nel 1927 la Società Romana Acque Gassose iniziò a imbottigliarla.

Coca-Cola non è mai stata una delle tante bevande consumate nella penisola, ma ha voluto, dall’inizio, essere un simbolo di felicità, convivialità e condivisione.

E questo cominciò nel 1931, quando debuttò la pubblicità della Coca-Cola con protagonista il Babbo Natale dell’artista Haddon Sundblom, poi icona internazionale dell’azienda e che accompagna le feste natalizie degli italiani.

Nel frattempo, tra i bar debuttarono i grandi, e caratteristici, frigoriferi rossi e sui muri delle città furono affissi i primi manifesti pubblicitari.

Il successo spinse Coca-Cola a lanciare in Italia nel 1955 la nuova bevanda Fanta, ben cinque anni di anticipo rispetto agli Stati Uniti.

Da sempre amante dello sport, Coca-Cola collaborò con il Comitato organizzatore dei Giochi Olimpici di Roma del 1960 e, sempre negli anni Sessanta, mentre negli Stati Uniti Andy Warhol dipingeva Green Coca-Cola Bottles eleggendola a icona della Pop Art, in Italia l’artista Mario Schifano la consacrò come bevanda cult.

E nel 1971 fu l’Italia a ospitare le riprese dello spot televisivo Hilltop che segnò la storia di Coca-Cola e, intonata dalla cima di una collina romana, la canzone I’d Like to Buy the World a Coke, che nella traduzione italiana inizia con Vorrei cantare insieme a voi in magica armonia, fu la colonna sonora del Natale di un’intera generazione che ancora adesso si emoziona ad ascoltarla.

Nel 1977, negli Stati Uniti fu registrato il marchio della mitica bottiglia di vetro utilizzata ancora oggi, mentre in Italia si celebrò il cinquantesimo anniversario dell’azienda, innescando uno dei fenomeni Coca-Cola più noti, il collezionismo di memorabilia.

Gli anni Ottanta videro l’arrivo di due nuove bevande: la Sprite nel 1981 e la Diet Coke nel 1986, che nel 1991 divenne Coca-Cola light.

Nel corso degli anni Novanta, Coca-Cola continuò la sua strada nella vita delle persone, furono lanciate le bottiglie da un litro e mezzo e installati i distributori automatici nella metropolitana di Milano.

Protagonista del contesto socioeconomico e culturale italiano, Coca-Cola è amata come pochi altri marchi e prodotti ed è associata a sentimenti di felicità e condivisione non solo come immagine di marketing.

Oggi l’azienda adotta modelli di business innovativi, capaci di rispondere alle esigenze di sostenibilità sociale e ambientale, di oggi e di domani, con l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale delle attività, dei prodotti e degli imballaggi, grazie a sistemi di riduzione delle risorse idriche e seguendo programmi di riduzione dei consumi energetici e di esclusione dei gas nocivi per l’ozono, che ha già dato i suoi frutti in termini di risparmio idrico, efficienza energetica e packaging sostenibile.

Paola Montonati

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: