Grandi Langhe 2022

Grandi Langhe 2022

A  Torino ritorna in presenza Grandi Langhe, la manifestazione per i professionisti del mondo del vino su tutte le novità dei più importanti vini delle Langhe e del Roero.

Il 4 e 5 aprile, presso OGR Officine Grandi Riparazioni a Torino, i buyer italiani e internazionali, di cui oltre cinquanta provengono da USA, Canada, UK e Scandinavia, enotecari, ristoratori e importatori italiani ed esteri prenderanno parte alla più grande degustazione dedicata alle due celebri denominazioni con una novità, per la prima volta anche i privati consumatori potranno accedere alla manifestazione, durante una sessione a loro dedicata, lunedì 4 aprile dalle 18.30 alle 21.30.

Per l’evento saranno 226 le cantine del territorio che presenteranno le proprie etichette nei suggestivi spazi di OGR.

Inoltre Grandi Langhe 2022 racconterà i temi dell’ambiente e dell’etica, con il summit CHANGES. Ambiente & Etica nelle Langhe del futuro, in programma martedì 5 aprile alle ore 17:00.

L’incontro è l’occasione per fare il punto sul cambiamento climatico e il suo impatto sulla gestione del vigneto, sull’etica del lavoro e la gestione virtuosa della manodopera, oltre che sul ruolo di trasporti e logistica in una filiera decisa a costruire un futuro sempre più sostenibile.

Moderati dal giornalista Federico Quaranta, interverranno Federico Spanna, Sezione Agrometeorologia Regione Piemonte, Attilio Scienza, Presidente Comitato Nazionale Vini, Roberto Cavallo, CEO Cooperativa Erica e agronomo, Alessandro Durando, Presidente Confcooperative Cuneo, Riccardo Ricci Curbastro, Presidente Federdoc, Claudio Naviglia, CEO Humus Job, Andrea Beggio, Sandri Trasporti, e Matteo Ascheri, Presidente Consorzio Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani.

Il Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani, cuore dell’evento, comprende 540 aziende vitivinicole associate su un’estensione di 10 mila ettari di vigneti delle denominazioni tutelate con il Barolo di 2214 ettari, Barbaresco di 812, Dogliani di 761, Diano d’Alba di 209, Barbera d’Alba di 1672, Nebbiolo d’Alba di 1125, Dolcetto d’Alba di 927 e Langhe di  2396 ettari, di cui 939 di  Langhe Nebbiolo.

In totale sono prodotte 65 milioni di bottiglie e 9 denominazioni tutelate, rispettivamente Barolo, Barbaresco, Dogliani, Dolcetto di Diano d’Alba, Barbera d’Alba, Langhe, Dolcetto d’Alba, Nebbiolo d’Alba e Verduno Pelaverga.

Sono 310 le aziende vitivinicole associate al Consorzio del Roero, che occupano 1300 ettari di vigneti con 7 milioni di bottiglie e 2 denominazioni tutelate, Roero e Roero Arneis.

Gli operatori professionali possono accreditarsi direttamente su www.grandilanghe.com , mentre i privati possono iscriversi su https://www.aispiemonte.it/notizie/grandi-langhe-2022/

Paola Montonati

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it