I Maneskin vincono l’Eurofestival 2021

I Maneskin vincono l’Eurofestival 2021

Dopo Gigliola Cinquetti con Non ho l’età (per amarti) nel 1964 e Toto Cutugno con Insieme: 1992 nel 1990, i Maneskin hanno vinto per l’Italia all’Eurovision Song Contest 2021.

I Maneskin sono stati  il gruppo più ascoltato di Spotify e il nome più gettonato per quanto riguarda le visualizzazioni e gli ascolti tra tutti i partecipanti dell’Eurovision Song Contest 2021. 

L’Eurovision Song Contest, in francese Concours Eurovision de la Chanson,  è un concorso musicale che si tiene ogni anni tra i paesi membri attivi della European Broadcasting Union, cioè l’Unione Europea di Radiodiffusione.

Ogni paese membro presenta un brano da eseguire in diretta televisiva e in seguito vota per le canzoni degli altri paesi, per decidere la canzone vincitrice della competizione.

Il concorso è stato trasmesso ogni anno dalla sua inaugurazione, nel 1956, ed è uno dei programmi televisivi più  seguiti tra gli eventi non sportivi in tutto il mondo, con dati di ascolto che vanno tra 100 milioni e 600 milioni a livello internazionale.

L’Eurovision Song Contest è trasmesso al di fuori dell’Europa in paesi come Argentina, Australia, Brasile, Canada, Cina, Colombia, Egitto, India, Giappone, Giordania, Messico, Nuova Zelanda, Filippine, Corea del Sud, Taiwan, Thailandia, Stati Uniti, Uruguay e Venezuela.

Fra gli artisti con una carriera internazionale che venne lanciata con una  partecipazione all’Eurovision Song Contest ci sono Domenico Modugno, che arrivò terzo con Nel blu dipinto di blu nel 1958, gli Abba, vincitori per la Svezia nel 1974 con Waterloo, Céline Dion, che vinse per la Svizzera nel 1988 con Ne Partez pas sans moi,  e lo spagnolo Julio Iglesias, che pur senza aver mai vinto, ha venduto oltre 300 milioni di dischi in tutto il mondo.

Paola Montonati

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: