Il sentiero delle Cinque Torri in Piemonte

Il sentiero delle Cinque Torri in Piemonte

Per una domenica o anche un fine settimana, diversi dal solito…

Il sentiero del Giro delle cinque Torri, nel cuore delle colline del Piemonte, si snoda sui crinali della Langa Astigiana e Valle Bormida, tra storia, monumenti, flora e fauna.

Si tratta di un percorso ad anello che, partendo da Monastero Bormida, collega le torri medioevali di Monastero Bormida, San Giorgio Scarampi, Olmo Gentile, Roccaverano, Vengore e, durante il viaggio, si notano anche le torri di Perletto, Denice e Castelletto d’Erro.

Tutte queste torri erano la linea di difesa della Marca dei Marchesi del Carretto, che nel Medioevo controllavano buona parte delle Langhe e dell’Appennino Ligure contro le invasioni saracene. Questi comuni oggi fanno parte della Comunità Montana della Langa Astigiana – Valle Bormida, infatti, la definizione Langa Astigiana è di natura politica amministrativa, poiché il territorio fa parte delle colline delle Langhe, rese famose da Cesare Pavese e Beppe Fenoglio.

Questa parte della Langa, a differenza di quella della città di Alba, per la sua distanza dalle grandi vie di comunicazione e dalle città, si presenta contemporaneamente aspra e dolce, selvaggia e coltivata, ma ricca di storia, monumenti, flora e fauna.

Si percorrono in questo percorso strade asfaltate, bianche, carrarecce, sentieri nei boschi e nei prati ed è percorribile anche in mountan-bike con l’esclusione di brevi tratti nei boschi, dove si deve trasportare la bici in spalla.

Il percorso può essere comodamente spezzato in due giorni con la sosta e pernottamento a Roccaverano e dislivelli complessivi sono di circa 1.100 metri in salita e altrettanto in discesa, la quota varia tra i 200 e gli 800 metri s.l.m., con il punto più alto che è la torre di Roccaverano.
Poiché il percorso si snoda principalmente sui crinali, sono rare le sorgenti o fonti d’acqua, mentre la fauna è molto varia e si possono incontrare caprioli e daini;

Nelle belle giornate si può vedere buona parte dell’arco appenninico e alpino, dal Monte Beigua alle Alpi Liguri, Alpi Marittime, Monviso, Alpi Cozie e Graie, Monte Bianco, Cervino, Gruppo del Rosa, Alpi Pennine ma principalmente sulla Valle Bormida di Millesimo, sul Bricco Puschera e sulla Valle Bormida di Spigno.

Il sentiero è percorribile in tutti e due i sensi di marcia, ma il giro classico delle 5 torri vede la partenza e l’arrivo a Monastero Bormida, passando per San Giorgio Scarampi, Olmo Gentile, Roccaverano, Vengore, Garroni, Santa Libera.

Paola Montonati

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: