La vocazione terziaria del Piemonte Nord: stabilità nella crisi

Nel corso dell’ultimo quinquennio, le imprese del Piemonte Nord hanno subìto un calo in quasi tutti i settori dell’economia: solamente il Terziario ha mantenuto una certa stabilità, anche a livello provinciale.

Durante la Conferenza Stampa presso la Confcommercio di Novara, dov’è stato presentato il “Rapporto annuale 2018 sull’economia Terziaria del Piemonte Nord” tra i molti dati d’interesse rilevati, sono stati visti anche quelli relativi alla stabilità nella crisi.

I dati sono stati  illustrati dal Professor Alessandro Minello dell’Università Ca’ Foscari di Venezia per il Centro Studi Piemonte Nord e discussi con Alonzo Testaverde (Presidente dell’Ente Bilaterale Territoriale Terziario di Novara e VCO), Maurizio Grifoni (Presidente Confcommercio Alto Piemonte), Luca Trinchitella (Vicepresidente Ente Bilaterale Terziario), è intervenuto anche l’Assessore Federico Perugini (Comune di Novara Assessore alla Cura della Città).

Tale tendenza si riscontra anche nel primo semestre del 2018, dove il Primario (8% del totale delle attività) vede una variazione delle unità locali del -0,9%, l’Industria (28% del totale delle attività) del -0,7% e i Servizi (63,3% del totale delle attività) del +0,3%. Al primo semestre 2018, quasi la metà delle imprese attive nel terziario è costituita come impresa individuale (49,4%), forma societaria in leggero calo rispetto allo scorso anno.

La crescita registrata nell’arco degli ultimi cinque anni è dovuta principalmente all’aumento delle unità locali secondarie con sede fuori provincia (+13,8%) e, anche se con minor peso, di quelle con sede localizzata al suo interno (+3,2%), a testimonianza del fatto che le aziende, sia locali che esterne, continuano ad investire nel territorio.

La domanda di lavoro terziaria cresce del +10% rispetto al primo semestre del 2017, con un incremento di +3.281 posti di lavoro. Delle 36.020 assunzioni riscontrate nel settore, più dei ¾ (78,8%) è concentrata nel territorio dell’Alto Piemonte, mentre la restante quota si riversa su Vercelli (21,2%).

Durante i primi mesi del 2018, le aziende hanno assunto in prevalenza personale di sesso femminile (57,4%) e di nazionalità italiana (82,3%), con una propensione lievemente maggiore per i giovani sotto i 34 anni (50,7%).

Il tempo determinato (48,9%) e la somministrazione (18%) rimangono le modalità di assunzione più utilizzate. Continuano a crescere i principali contratti a termine, primi fra tutti quelli del lavoro intermittente (+27%), le cui assunzioni in un anno superano numericamente quelle del tempo indeterminato, e quelli del lavoro autonomo (+22,1%), con tassi di sviluppo molto superiori al livello medio regionale.

Nel Piemonte Nord le unità locali sono principalmente collocate in due settori: quello del commercio (18.244 unità, pari al 42,4%) e quello dei servizi (17.592 unità, pari al 40,8%). Il restante 16,8% delle localizzazioni, pari a 7.220 unità, risulta attivo nel turismo.

Quest’ultimo, nonostante sia il settore con il minor peso in termini di consistenza (come numero di imprese) all’interno dell’economia terziaria, registra la crescita più elevata rispetto al 2017 in termini di variazione percentuale (+1,7%, pari a +120 nuove imprese, concentrate prevalentemente nel Verbano Cusio Ossola) e raggiunge le 13.885 assunzioni, con un aumento del +21,1%.

In termini assoluti, invece, la crescita del turismo eguaglia quella riscontrata nei servizi, settore che continua a detenere il peso maggiore nella domanda di lavoro e che registra un aumento del +3% nelle assunzioni.

Il settore del commercio, che rappresenta la quota più elevata di imprese nell’economica del Piemonte Nord, è l’unico a segnare un calo (-0,7%, pari a -121 imprese) che coinvolge tutte le province, ma in particolare Novara e Vercelli.

Nonostante quest’ultimo continui ad assorbire il minor numero di personale dipendente, chiude però positivamente il semestre (+7,2%), in netta controtendenza con l’andamento osservato a livello regionale (-11,5%).

Per vedere il testo integrale del Rapporto annuale 2018 sull’economia Terziaria del Piemonte Nord CLICCA QUI’

 

 

Riccardo Reina

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: