I Musei

  • Il Museo della ceramica A Laveno, all’interno di palazzo Perabò, articolato in undici sale, passando da opere di metà Ottocento fino al secolo successivo.
  • Il Museo dell’ombrello e del parasole A Gignese, ripercorre abitudini, costumi e tecniche di lavoro degli ombrellai, raccoglie informazioni sulla costruzione dell’ombrello e le sue caratteristiche.
  • Il Museo Civico Archeologico, si trova a Sesto Calende, contiene numerosi reperti archeologici, soprattutto a sfondo funerario.
  • Museo della bambola e del giocattolo, all’interno della Rocca di Angera, il più grande o uno dei più grandi nel suo genere in Europa, si snoda attraverso molte sale del castello percorrendo la storia del giocattolo e del costume dal 1700 a oggi.
  • Il Museo Civico Archeologico Paleontologico, nella città di Luino, diviso tra una pinacoteca, una sezione con reperti e una collezione di minerali e fossili.
  • Il Museo dell’Arte del cappello, si trova a Ghiffa, racconta all’interno delle sue sale la storia del copricapo e le tecniche che circondano la sua creazione.
  • Il Museo Archeologico ad Arona, conserva numerosi reperti concernenti le popolazioni che abitarono la zona del lago Maggiore.
  • I Musei del Monte Verità, situato a Casa Anatta, ad Ascona, ripercorre con documenti e fotografie la storia dell’omonimo movimento rivoluzionario degli inizi del Novecento, che attrasse pensatori e intellettuali quali Carl Gustav Jung, Stefan George e Erich Maria Remarque.
  • Il Museo Comunale d’Arte moderna ad Ascona, ospita numerose opere di artisti come Paul Klee, Jawlensky, Hermann Hesse, Franz Marc e in generale del Der Blaue Reiter.
  • Il Museo Epper, si trova ad Ascona, è la sede della collezione delle opere dei coniugi Epper.
  • Il Museo di San Sebastiano, situato ad Ascona, contiene arredi sacri della parrocchia di Ascona e fonti riguardanti l’oratorio dei SS. Fabiano e Sebastiano.
  • Il Museo civico archeologico Si trova a Locarno, conserva al suo interno reperti del Locarnese dell’età del bronzo fino all’alto Medioevo.
  • Museo dei trasporti Ogliari, si trova a Ranco, conserva mezzi di trasporti che vanno dal XVIII alla fine del XX secolo.
  • Museo del paesaggio a Verbania, con la gipsoteca dello scultore Paolo Troubetzkoy.
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: