Legnano si tuffa nel Palio

Venerdì sera la contrada La Flora vincitrice dell’edizione 2018, come da tradizione si è presentata nella centrale piazza San Magno gremita di gente, per riportare nella basilica la Croce, davanti alle autorità civili ed ecclesiastiche, oltre che a tutti i contradaioli delle otto sorelle.

La manifestazione, è stata preceduta nel pomeriggio dall’inaugurazione della seconda edizione del “Palio open air”, una mostra open-air nelle vie centrali di Legnano, denominata “Nel cuore della sfilata”.

L’esposizione è composta da 27 maxi pannelli fotografici collocati nel cuore cittadino, tra via Garibaldi, Piazza San Magno e via Magenta e da 60 immagini posizionate nei negozi del centro.

L’inaugurazione che ha coinvolto i commercianti legnanesi e gli Artigiani del Borgo che hanno offerto un aperitivo ai passanti.

Il Palio di Legnano è ormai l’insieme delle manifestazioni rievocative della famosa Battaglia che si tenne nel territorio il 29 maggio del 1176, e che vide la vittoria dei comuni alleati nella Lega Lombarda, sull’esercito imperiale di Federico 1° detto “il Barbarossa”, costretto poi alla precipitosa fuga.

Dal 2013, il 29 maggio è anche la festa ufficiale della Regione Lombardia, ma quest’anno vede il Palio slittare di una settimana, posticipato a domenica 2 giugno, per le elezioni europee.

Il ritorno delle telecamere della Rai, segna anche un punto di svolta per la manifestazione, che ha radici antichissime e risalenti proprio alle celebrazioni della vittoria nella storica battaglia di Legnano, tra Lega Lombarda e le truppe dell’Imperatore Barbarossa.

L’accordo firmato con Rai Due, prevede infatti ben novanta minuti di trasmissione, dove si alterneranno dirette delle batterie e della finale della corsa dei cavalli e approfondimenti che punteranno soprattutto a valorizzare la dimensione culturale della manifestazione e la città di Legnano.

Proseguendo nelle varie manifestazioni legate al Palio, Mercoledì 1 Maggio, sarà la giornata dei “Manieri Aperti”, un appuntamento ormai atteso, che ha trovato un ottimo riscontro dalla sua introduzione alcuni anni fa. Nelle Contrade si conserva e si arricchisce di anno in anno, il prezioso patrimonio di costumi, armi e accessori di sfilata, frutto di una fedelissima ricostruzione storica.

Le Contrade apriranno le porte dei loro manieri, dove custodiscono i preziosi vestiti delle sfilate, armi storiche, pranzi medievali, battesimi della sella, di contrada e quant’altro fa da contorno alla manifestazione e si mostreranno alla città e ai turisti.

Per tutta la giornata tra le otto contrade circoleranno i trenini, con capolinea la Famiglia Legnanese nella centrale via Matteotti, dove si terrà un’esposizione di bonsai, una mostra d’immagini legate al Palio 2018.

Sarà poi un susseguirsi di appuntamenti per avvicinarsi alle attese cene della vigilia, nelle sedi delle contrade o nelle piazze che le contraddistinguono, in attesa della sfilata storica con gli oltre 1200 figuranti per le vie cittadine e soprattutto della corsa del Palio di Domenica 2 giugno, allo stadio “Giovanni Mari”.

Riccardo Reina

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it