Odontoiatri vaccinatori: ecco il protocollo

Odontoiatri vaccinatori: ecco il protocollo

È stato firmato il Protocollo d’intesa tra il Governo, le Regioni e le Province autonome e i rappresentanti istituzionali e di categoria degli Odontoiatri.

A sottoscriverlo, per gli Odontoiatri, la Commissione Albo Odontoiatri nazionale (CAO) della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri, l’Associazione Nazionale Dentisti Italiani (ANDI), l’Associazione Italiana Odontoiatri (AIO), il Sindacato Unitario Specialità Ortognatodonzia (SUSO).

Il protocollo definisce la cornice nazionale e le modalità per il coinvolgimento degli iscritti all’Albo degli Odontoiatri nella campagna di vaccinazione nazionale anti-Covid-19. Modalità che dovranno poi essere declinate a livello regionale.

La partecipazione sarà volontaria e modulata in base alle specifiche organizzazioni e alle caratteristiche territoriali, nonché alle modalità di vaccinazione della popolazione target.

Il reclutamento degli odontoiatri che offriranno la loro disponibilità avverrà da parte delle Regioni e delle Province autonome, anche attraverso gli Ordini territoriali, le sezioni territoriali delle Associazioni di categoria, le aziende e gli enti del Servizio sanitario nazionale.

Gli odontoiatri effettueranno le vaccinazioni nei centri vaccinali o presso i propri studi, opportunamente inseriti, su base volontaria, nella rete dei punti di vaccinazione, laddove le Regioni lo riterranno necessario. I dati sulle vaccinazioni saranno trasmessi all’anagrafe vaccinale.

“Con l’aumentare della disponibilità dei vaccini, al fine di estendere e accelerare la copertura vaccinale della polpolazione risulta importante il coinvolgimento attivo degli Odontoiatri, che renderà l’azione di prevenzione tempestiva e capillarecommenta il presidente della Commissione Albo Odontoiatri nazionale, Raffaele Iandolo -.

Una dimostrazione in più di quell’impegno che la Professione tutta ha dato alla gestione della pandemia di Covid-19, e che è stato in diverse occasioni riconosciuto dalle istituzioni”.

Riccardo Alessandro Reina

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: