Punto RicreAttivo: il progetto dell’Associazione Veronica Sacchi ODV prende il via

Punto RicreAttivo: il progetto dell’Associazione Veronica Sacchi ODV prende il via

Per ridurre l’analfabetismo digitale e combattere l’isolamento sociale che la pandemia ha amplificato, l’Associazione Veronica Sacchi ODV (AVS) ha avviato il progetto Punto RicreAttivo.

Presso la sede in zona Precotto è attivo il nuovo servizio di assistenza informatica di quartiere in cui volontari, in carne, ossa e mascherina, aiutano gratuitamente i cittadini in tutte le pratiche online.

Consultare il proprio fascicolo Sanitario, richiedere lo SPID, fare la spesa online, aprire un indirizzo email o accedere a piattaforme per comunicare con i propri cari.

Sono solo alcuni dei servizi offerti dal Punto RicreAttivo, lo sportello informatico aperto a Milano in Via Don Guanella 11 presso la sede dell’Associazione Veronica Sacchi ODV (AVS), per aiutare e assistere gratuitamente i cittadini del Municipio 2 (zona Precotto, Viale Monza, quartiere Adriano) nello svolgimento di pratiche e procedure digitali, aumentate a causa della pandemia, ma non accessibili a tutti.

Il progetto è stato ideato dall’associazione di volontariato giovanile e finanziato dalla Fondazione di Comunità Milano, per dare sostegno e un senso di comunità a chi si trova in difficoltà e ancora più isolato in questo momento storico particolare.

Dal lockdown del marzo scorso ad oggi, l’esigenza di accedere alle tecnologie e a internet è diventata sempre più necessaria. Esiste però una fascia di popolazione che non ha questa possibilità per mancanza di competenze o di strumentazione tecnica, accrescendo l’isolamento sociale e il divario, soprattutto tra generazioni.

L’obiettivo di AVS, da sempre impegnata a sostenere chi vive una condizione di fragilità o disagio, è dare un supporto concreto e gratuito, riducendo la sensazione di solitudine generata dall’analfabetismo digitale e aggravata dalle circostanze attuali.

Le attività per cui richiedere assistenza sono: creazione di account di posta elettronica, richiesta e utilizzo dello SPID, accesso a siti quali INPS, home banking, accesso al fascicolo Sanitario, spesa e ordini online, utilizzo di piattaforme per comunicare con i propri cari, stampa e scansione documenti, iscrizione a concorsi, iscrizione dei figli a scuola, e tutte quelle pratiche che oggi si svolgono in forma digitale.

Il Punto RicreAttivo è aperto tutti i giovedi dalle 14:30 alle 17:30. Nel rispetto della normativa vigente, è necessario prenotare la consulenza scrivendo a info@veronicasacchi.it o chiamando il numero 375 6121754.

Al momento della prenotazione occorre specificare il servizio richiesto in modo da potersi presentare con tutta la documentazione necessaria allo svolgimento della pratica.

Lo sportello è gestito dai volontari che AVS ha formato per portare sorrisi in case di riposo, centri per disabili, ospedali e carceri attraverso lo strumento della clownterapia.

Con l’emergenza Covid-19 tutte le attività in presenza sono state interrotte per tutelare ospiti e pazienti, ma continuano ad essere portate avanti presso le strutture sociosanitarie in modalità digitale, attraverso videochiamate con il progetto Smart Clown.

Per estendere i pomeriggi di apertura e poter arrivare a dare assistenza a più persone, l’associazione sta selezionando volontari da formare e affiancare che abbiano tra i 16 e i 35 anni, competenze informatiche (utilizzo di mail, internet, servizi online, etc.) e una disponibilità infrasettimanale.

La giovane età richiesta fa parte della mission dell’Associazione, nata nel 2001 con l’intento di avvicinare i giovani al volontariato e renderli cittadini attivi protagonisti del proprio futuro. Le candidature possono essere inviate a info@veronicasacchi.it.

In parallelo allo sportello informatico, AVS ha in programma per il prossimo autunno dei Corsi di Media Education e di informatica per fornire strumenti concreti che facilitano la vita di tutti i giorni.

L’idea è di coinvolgere gli studenti delle scuole Professionali di informatica per sensibilizzarli al volontariato giovanile attraverso azioni gratuite a sostegno di persone in difficoltà, attivando anche un dialogo generazionale. 

L’assistenza che l’associazione offre riguarda anche esigenze di ordine pratico: sempre in Via Don Guanella 11 è infatti attivo un servizio di portineria di quartiere, aperto dal lunedì al venerdì, dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:30, per facilitare la ricezione di pacchi, corrispondenza o poter lasciare a disposizione chiavi o altro.

Per tutte le informazioni su come accedere al servizio chiamare il numero 02 27000276 o scrivere via whatsapp al 375 6121754 o inviare una mail a info@veronicasacchi.it.

Riccardo Reina

Riccardo Reina

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: