Sci, Lombardia: dal 15 aperti gli impianti con capienza al 30%

Sci, Lombardia: dal 15 aperti gli impianti con capienza al 30%

Aperta anche la Forcora, unica ski area della provincia di Varese.

Il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ha firmato l’ordinanza con cui a decorrere da lunedì 15 febbraio 2021 e fino a mercoledì 31 marzo 2021, con esclusione dei giorni in cui alla Regione Lombardia si dovessero applicare le misure di cui all’articolo 2 o 3 del DPCM 14 gennaio 2021, gli impianti nelle stazioni e nei comprensori sciistici sono aperti anche agli sciatori amatoriali.


Ogni comprensorio sciistico lombardo dovrà comunicare a Regione e alle Ats gli impianti aperti la portata oraria dei singoli impianti. Nei comprensori con almeno due impianti è stata disposta una limitazione del 50 per cento in meno degli skipass rispetto alla portata oraria dell’impianto stesso.

Torna così attiva la stazione sciistica della Forcora, unica attrezzata in provincia di Varese con un impianto di risalita. La sky-area in vetta alla Val Veddasca riaprirà così i battenti mercoledì 17 febbraio e a seguire sabato e domenica, grazie anche all’abbondante neve caduta nei giorni scorsi e che è ancora presente nell’area.
Già da tempo, la società che gestisce la stazione della Forcora aveva deciso di mettere la sicurezza il proprio impianto e le relative strutture nel rispetto delle regole regionali e nazionali a cominciare dalla prenotazione degli skipass e dell’attrezzatura da effettuare online, con l’applicazione di Paypal Con una limitazione rispetto alla portata oraria dell’impianto stesso, quello della Forcora porta 720 persona all’ora, quindi potranno essere attivati solo 360 skipass. Ci sarà nei prossimi giorni un link apposito sul sito del Comune di Maccagno con Pino e Veddasca, che girerà poi anche sui social della Forcoraski, al quale registrarsi per prenotare lo skipass.

Il Passo Forcora e la sua relativa stazione sciistica sono situati nel comune di Maccagno con Pino e Veddasca. E’ una piccola skiarea, formata da una pista principale di media difficoltà collega il Passo Forcora (1179 m.) con la cima del Monte Cadrigna (1304 m), servita da uno skilift della lunghezza di circa 1 km. Ideale per le famiglie, il Passo Forcora offre inoltre una scuola sci per adulti e bambini in collaborazione con gli istruttori del CAI Luino, una pista per bob e slittini, con relativo servizio di noleggio sci, snowboard, ciaspole e padelle.
Attivo anche il Ristorante della Forcora, che in ogni stagione è una tappa fissa in questa zona con i suoi classici piatti di montagna. Polenta, brasato, funghi e selvaggina che da da queste parti abbonda con cinghiali, cervi e camosci, oltre a molte lepri. Tanti i prodotti a chilometro 0, anzi centimetro 0, considerato che in zona ci sono diversi allevatori che offrono miele, carni, salumi, formaggi, soprattutto di capra, perchè questa è la patria della rinomata formagella del luinese.
Ristorante che è punto di partenza per le mille vie, che a seconda della stagione con sci, ciaspole a piedi o in bici si aprono su questi sentieri.
Il Passo Forcora con il suo comprensorio è infatti di grande bellezza paesaggistica: lo sguardo spazia sulle valli del Luinese, inoltre dalla vetta del Monte Cadrigna si può ammirare il Lago Maggiore con i massicci del Monti Rosa e del Gottardo, oltre i vicini Monte Lema e Tamaro.
Gli amanti dello sci d’alpinismo o delle escursioni con le ciaspole trovano diversi itinerari che si diramano nella zona o sulle cime che compongono la cresta occidentale sul confine italo – svizzero della Valle Veddasca. In inverno con un mondo ovattato dalla neve e con cielo terso, in estate un posto sicuro dove trovare fresco. Uno dei percorsi più apprezzati è quello che dalla settecentesca chiesetta della Madonna delle Nevi porta a Monterecchio, un insieme di baite in pietra ristrutturate, raggiungibili facilmente d’estate grazie a un’ampia strada sterrata, da cui godere di una splendida vista sul Verbano e sulle Alpi. Merita una sosta anche Campagnano, con la caratteristica chiesetta di San Rocco e il suo splendido belvedere. A una decina di minuti si possono raggiungere anche l’imponente torre romanica e il bellissimo quadrante monumentale della chiesa di San Martino. Altro percorso molto apprezzato è quello che porta all’invaso del Lago Delio a 900 metri di quota, per passare poi sul versante della Valle Molinera, che porta ai Monti di Pino, un vecchio alpeggio con le baite in pietra e le case ristrutturate, dal quale godere della vista su tutta la valel e sui monti attorno.
La skiarea della Forcora si può raggiungere salendo da Maccagno lungo la strada provinciale 5 che porta direttamente ai 1179 metri della Forcora percorrendo la Val Veddasca o, per chi proviene dalla Svizzera, dalla dogana di Indemini.

Riccardo Reina

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: