Gli Obama sul Lago di Como

Villa Oleandra, famosa nel mondo, villa di vip…

Il Lago di Como, con i suoi paesaggi, i suoi scorci, la sua storia e la sua offerta gastronomica, da millenni attira poeti, artisti, politici e vip di ogni genere.

Molti personaggi dello star system, negli ultimi anni hanno deciso di investire su questo territorio comprando le ville più costose e non solo.

In questi giorni è molto atteso l’arrivo di Barack Obama e della sua famiglia a Villa Oleandra ospiti di George e Amal Clooney, che porterà per l’intero fine settimana sul Lario l’ex presidente degli Stati Uniti d’America, accompagnato dalla moglie Michelle e dalle due figlie, Malia e Sasha, dovrebbe atterrare con un volo privato a Milano venerdì, proveniente dalla Provenza, dove si trova in vacanza.

Sono già cominciati i preparativi per garantire sicurezza e privacy nella zona di Villa Oleandra, il parcheggio pubblico vicino a Villa Clooney sarà chiuso per tutta la permanenza di Obama a Laglio.

“La presenza di Obama e Michelle è un ulteriore omaggio alla bellezza del Lario” dicono gli abitanti di Laglio.

Laglio è uno dei borghi più caratteristici del Lario, punto di partenza per passeggiate in riva al lago e sulle colline circostanti dalle quali si ammira un panorama di rara bellezza.

I pendii che sovrastano l’abitato sono ricchi di vigne, uliveti e di piante di lauro, da cui un tempo si estraeva il medicamentoso olio laurino.

Sui monti sopra il borgo, si apre la caverna del Buco dell’Orso, grotte e sifoni ricchi di resti fossile dell’estinto orso delle caverne, ambienti non ancora interamente esplorate.

Il complesso di Villa Oleandra è nominato nelle mappe catastali di Laglio fin dal 1720, anche se con un aspetto diverso rispetto allo stato attuale.

Posta vicino a un caratteristico porticciolo, da cui si gode un panorama unico per il romanticismo che sprigiona, sorge su un antico insediamento probabilmente di epoca celta.

Nel 1834 i proprietari, la famiglia Stoppani, realizzarono un accorpamento del fabbricato con i terreni circostanti, che venne poi completato poi nel 1868 dalla famiglia Antongini, poi nel 1877 l’edificio, che corrispondeva alla planimetria attuale, passò alla famiglia Vitali.

Intanto l’intero complesso era già stato trasformato in villa, come dimostra una riproduzione del 1848.

Durante il XX secolo Villa Oleandra fu ceduta a proprietari di origini statunitensi, come la famiglia del miliardario John Heinz, il Re del ketchup, che nell’estate del 2001 diedero aiuto allo spaesato George Clooney, piantato in asso dalla sua Harley-Davidson proprio davanti ai cancelli della villa.

L’attore americano, impegnato in un giro sulle Alpi a bordo della sua potente moto, s’innamorò subito di Villa Oleandra, grazie al panorama mozzafiato che si poteva ammirare dalle sue finestre, e in breve tempo decise di acquistarla per circa 10 milioni di dollari.

Nel 2004 Clooney diventato proprietario anche di Villa Margherita, costruzione in stile liberty ubicata vicinissimo a Villa Oleandra e comunicante con essa tramite il ponticello di Riva Soldino.

Attualmente il complesso di tre edifici adiacenti, costituisce un’unica grande proprietà collegata tramite eleganti ponti che superano la vecchia Strada Regina.

Da allora il portone del lussuoso edificio, in Via Vecchia Regina 20 e con un grande parco botanico, è stato varcato da numerosi vip hollywoodiani, tutti ospiti di Clooney, tra cui Jennifer Aniston, Julia Roberts, Drew Barrymore, Cindy Crawford, Brad Pitt con Angelina Jolie, Matt Damon, Catherine Zeta Jones e Michael Douglas.

Dai tempi del poeta Virgilio che qui visse, passando per Plinio il Giovane, al genio Leonardo da Vinci, Goethe, Stendhal, Manzoni, Giuseppe Verdi, Konrad Adenauer (uno dei padri della moderna Europa), Bruce Springsteen, a Matthew Bellamy e i Muse per anni di stanza a Moltrasio, il fascino del Lago di Como, rimane immutato.

Riccardo Reina

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: