Il Comune di Gattinara chiede lo stato d’emergenza dopo la grandinata

Il Comune di Gattinara chiede lo stato d’emergenza dopo la grandinata

Nella serata di martedì 29 giugno, Gattinara è stata investita da un violentissimo nubifragio con raffiche di vento fortissime e da una grandinata, con chicchi di ghiaccio grandi come noci.

La grandine ha colpito in particolar modo i vigneti che ricoprono le colline di Gattinara, ma ha danneggiato pesantemente anche le altre attività agricole (Ortofrutticole e Florovivaistiche).

Un vero e proprio disastro economico per il territorio, i vigneti che danno origine a produzioni di eccellenza, tra le quali il pregiato Gattinara D.O.C.G., in pochi minuti sono stati devastati.

Grappoli spappolati, interi filari distrutti, secondo le prime stime, i danni ai vigneti sono ingenti, si aggirano intorno all’80% per arrivare fino a punte del 100%.

In questo momento le viti sono nella fase di ingrossamento degli acini e di chiusura dei grappoli, quindi la grandinata ha segnato irrimediabilmente la stagione: nelle viti più colpite la produzione di quest’anno è compromessa e anche quella della prossima stagione potrebbe essere pregiudicata.

Il Sindaco Daniele Baglione ha fatto un sopralluogo la sera stessa del nubifragio per verificare direttamente quanto accaduto e si è attivato per chiedere alla Regione Piemonte lo stato di emergenza.

«Faremo tutto quello che è in nostro potere – spiega Daniele Baglione – per far fronte a questa emergenza. Ho sentito personalmente il Presidente della Regione Alberto Cirio e l’Assessore regionale all’Agricoltura Marco Protopapa, nonché il Consigliere regionale Angelo Dago membro della Commissione Agricoltura, per avviare le procedure presso il Governo per ottenere lo stato di emergenza.

Il Presidente Cirio e l’Assessore Protopapa hanno prontamente attivato la struttura regionale per verificare come poter dare una mano. Oltre a ciò, stiamo ragionando con le associazioni di categoria e i nostri agricoltori per evitare che un evento simile possa tornare a fare così tanti danni in futuro, presenteremo proposte per contributi a fondo perduto per interventi strutturali a difesa delle colture.

Nei prossimi giorni, gli Uffici del comune invieranno una lettera a viticoltori e agricoltori in cui sarà chiesto di inviare in Comune una dichiarazione dei danni subiti supportata da materiale fotografico, che sarà poi trasmessa in Regione».

Riccardo Reina

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: