In viaggio tra i parchi: Oulanka

In viaggio tra i parchi: Oulanka

Oulanka, che si trova nei comuni di Kuusamo e Salla, in una regione montuosa della Finlandia nordorientale, proprio sul confine statale, è una meravigliosa destinazione escursionistica.

Istituito nel 1992. Oulanka è una combinazione di caratteristiche naturali tipiche del nord, del sud e dell’est della Finlandia, dove il paesaggio è costituito da foreste di pini, vallate fluviali con rapide e banchi sabbiosi, e vaste torbiere nella parte settentrionale, ricca di specie animali e vegetali, alcune minacciate di estinzione.

Vicino al centro visitatori si trova il Centro di ricerca Oulanka, parte dell’Istituto Thule è istituito nel 1966 per facilitare la ricerca nelle scienze biologiche e geologiche, che offre le sue strutture anche a turisti in visita o escursionisti, durante le stagioni meno trafficate.

Insieme alla geografia aspra e ai microclimi variegati, l’ubicazione del parco è anche uno dei motivi principali della grande varietà di piante e alberi, con più di 500 specie di piante vascolari nell’area ed esiste una sovrapposizione tra le specie settentrionali e meridionali in termini di distribuzione e numerose specie nell’est della Finlandia hanno i loro avamposti più occidentali nella zona.

Oulanka ha un terreno ricco di sostanze nutritive, che lo rende ideale per la flora rara ed esigente che si trova qui, infatti, fu una via di dispersione molto importante per varie specie provenienti dalla Finlandia orientale, dopo l’ultima era glaciale.

A fine estate, il parco è ricco di mirtilli e funghi, e le orchidee selvatiche sono uno dei fiori più apprezzati della zona, dove alvei e prati alluvionali ospitano specie rare di farfalle e più di cento specie diverse di uccelli hanno la loro casa nel parco.

La maggior parte dei prati è gestita in modo tradizionale e l’allevamento di renne prospera all’interno del parco, sebbene sia limitato alle persone della Lapponia.

Nel parco ci sono anche uccelli rari come la ghiandaia siberiana e il gallo cedrone, che amano le foreste ricche di erbe del parco, oltre a specie in via di estinzione come l’orso, la lince e il ghiottone che trovano la loro casa a Oulanka, insieme all’alce e ad altri animali selvatici.

Il percorso di trekking finlandese più noto, Karhunkierros (80 km), si trova nel parco nazionale ed è accessibile tutto l’anno e altri percorsi includono il sentiero Pieni Karhunkierros (12 km), il sentiero escursionistico Keroharju (17 km) e altri sentieri naturali più piccoli come il sentiero naturalistico Rytisuo (5 km), il sentiero naturalistico Hiidenlampi (5 km) e il sentiero escursionistico Kiutaköngäs (8 km).

Ci sono varie aree di campeggio, camini designati, cabine di legno e barche che sono a disposizione del pubblico, oltre ad alcuni percorsi invernali, che includono il Rytisuo Snowshoeing Trail (7,5 km) o l’Oulanka Wilderness Trail, da Juuma a Kiutaköngäs (26 km) che possono essere esplorati anche con gli sci, le ciaspole o anche le motoslitte, la canoa o il ciclismo attraverso alcuni percorsi. I visitatori del parco possono raccogliere bacche e funghi, ma non possono cacciare selvaggina o pescare senza licenza.

Francesca Cecere

Per informazioni scrivere a: redazione@personalreporternews.it

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: