L’Eranthis Hyemalis, giallo come il primo sole di primavera

L’Eranthis Hyemalis, giallo come il primo sole di primavera

Un fiore piccolo e giallo, dal colore caldo come il primo sole…

La Eranthis hyemalis è una pianta di tipo bulboso, parte della famiglia Ranunculaceae, conosciuta anche con i nomi comuni di Piè di Gallo, Zampa di gallo e Piede di gallo.

Alta fino a 15 cm, ha un rizoma tuberoso che produce brevi steli glabri e rossastri, che portano un unico fiore e alcune foglie basali, che si sviluppano solo dopo la fioritura, larghe da 2 a 5 cm, dalla forma palmata divisa profondamente in 3 segmenti, portate da lunghi peduncoli.

Il fiore, che spunta dal rizoma, è situato su un verticillo di tre foglie di color verde brillante, profondamente incise, considerate come brattee, il calice è formato da sei sepali petaloidi lanceolati, lucidi, color giallo vivo, con numerosi stami, ma i veri petali sono più brevi degli stami, tubolosi e nettariferi, e solo la proboscide delle api è in grado di penetrarli.

Quei fiori, che sono debolmente profumati, si aprono solo durante il giorno e col tempo sereno, rimanendo chiusi la sera e col tempo avverso e continuano a crescere, fino a raddoppiare la grandezza, durante la settimana di fioritura.

Il frutto della pianta consiste in 3-9 follicoli rostrati, contenenti alcuni semini lisci e, come tutte le ranuncolacee, anche questa pianta contiene glicosidi cardioattivi, fortemente tossici.

La parola “Eranthis” proviene dal greco Er e “Anthos che significava fiore di primavera e la parola Hyemalis proviene dal latino e significa invernale e si riferisce alla precoce fioritura della pianta, mentre il nome popolare Piè di gallo descrive l’effetto delle sue foglie, che assomigliano ai piedi e alle creste del gallo.

Prima che la pianta raggiunga il suo massimo sviluppo sono necessari all’incirca 2-5 anni ed è citata anche con il nome di Aconitum hyemale.

La coltivazione può essere fatta in, giardino informale, giardino di ghiaia, giardino mediterraneo, vaso o contenitore, giardino architettonico, terrazzo o cortile, giardino roccioso, prato o in pieno campo, giardino fiorito, giardino di campagna, giardino costiero e giardino sub-tropicale.

Il terreno più indicato per la coltivazione della pianta di Eranthis hyemalis può essere variabile, e quelli chw danno migliori risultati sono di tipo gessoso, grasso, sabbioso e argilloso dove il substrato di coltivazione può avere un ph di acido, alcalino e neutro.

L’esposizione rispetto ai punti cardinali non è importante, poiché si adatta a tutte le posizioni, può essere in pieno sole o anche mezza ombra.

Nel periodo invernale di dormienza la pianta sopravvive a temperature che vanno da -15 a -9 gradi e riesce a svilupparsi senza un controllo continuo a differenza di altre piante.

Per far crescere però la pianta di Eranthis hyemalis è importante assicurarle una posizione ben esposta al sole.

 

Paola Montonati

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: