Una mostra sui Nobel nella Sinagoga di Casale Monferrato

Una mostra sui Nobel nella Sinagoga di Casale Monferrato

La stagione culturale della Comunità Ebraica di Casale Monferrato vede l’allestimento di una mostra molto particolare, dove le protagoniste sono le opere di Omar Ronda, artista scomparso nel 2017 e molto amato in vicolo Salomone Olper, nel quartiere ebraico, dove lavorò a una spettacolare lampada conservata nel Museo dei Lumi.

Il titolo dell’esposizione nella Sala Carmi della Sinagoga è Nobel Prize Frozen, con una serie di 91 ritratti dedicati ai tantissimi premi Nobel di famiglia ebrea dalla prima edizione del premio nel 1901 a oggi.

Quasi un’anomalia statistica se si pensa che il 20% di coloro che hanno ricevuto questo ambitissimo riconoscimento sono di origine ebraica, mentre lo è solo il due per mille della popolazione mondiale.

Ronda cominciò a lavorare al progetto nel 2017, ma non riuscì a completarlo prima della scomparsa, dopo aver trovato ben 124 Premi Nobel ascrivibili all’ebraismo.

I ritratti fanno parte del ciclo di Ronda chiamato Frozen Portrait, realizzati con tecnica mista, poi pubblicati in un catalogo ragionato edito da Skira, curato da Vittoria Coen.

Ogni ritratto rappresenta la ricerca e la passione dell’artista per la storia e l’approfondimento della cultura ebraica con testimonianze concrete del contributo alla conoscenza di donne e uomini che si sono distinti nell’ambito delle discipline umanistiche, scientifiche, politiche, sociologiche.

La polifonia cromatica dell’artista, esprime lo spirito vitale e l’energia del ricercatore e del poeta. Lo stesso Ronda si vedeva come uno studioso dell’arte combinatoria e delle complesse alchimie dell’uomo e della terra unite al rapporto natura/cultura dal micro al macrocosmo.

Il nucleo delle opere esposte è parte del ciclo dei Frozen (ibernazioni) Portrait realizzato da Ronda fin dagli anni Novanta che ha visto, come protagonisti dei ritratti, filosofi, cantanti, attrici e scienziati sospesi tra materia e immaterialità, immortalati con tecniche varie, che vanno dai polimeri al fosforo.

La mostra sarà visitabile fino al 25 luglio.

Per la prenotazione si può telefonare al numero 3407697199 o scrivere a segreteria@casalebraica.org 

Paola Montonati

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: