Il FAI e l’Accademia Piemontese del Giardino vi invita all’evento: 3 giorni per il Giardino giunto alla 28^ Ed.

Una “scuola di giardinaggio”, aperta ai visitatori principianti o provetti “pollici verdi”, per imparare a “mettere le mani nella terra” o ad affinare le tecniche di coltivazione con lezioni teoriche, pratiche e approfondimenti a cura di vivaisti, professionisti della Venaria Reale ed esperti della Libreria della Natura.

Questa è la principale nvità della “Tre giorni per il giardino”, giunta alla 28ª edizione primaverile, in programma da venerdì 3 a domenica 5 maggio 2019 al Castello e Parco di Masino, Bene del FAI – Fondo Ambiente Italiano a Caravino (TO).

La grande mostra mercato di fiori e piante insoliti, attrezzi e arredi per giardino – tra i più attesi appuntamenti “verdi” della stagione – organizzata dal FAI sotto l’accurata regia dell’architetto Paolo Pejrone, fondatore e Presidente dell’Accademia Piemontese del Giardino.

Un trionfo di colori e profumi invade il castello grazie a 140 espositori di cui 100 vivaisti, italiani e stranieri, accuratamente selezionati, che presentano il meglio delle loro collezioni: nuovi floricultori di erbacee perenni e clematis con i loro esemplari.

MA anche alberi e arbusti per giardini e terrazzi; piante da frutto e da orto; piante aromatiche ed erbe medicinali; piante da bacca e decorative per la foglia, e molte altre varietà. E ancora, prodotti di cesteria; attrezzi per la cura del verde; vasi decorati, sculture e arredi per esterno.

La mostra mercato del verde, riconosciuta a livello internazionale come una delle manifestazioni più prestigiose del settore, offre a professionisti e appassionati un’occasione unica per acquistare e ammirare piante e fiori di qualità.

Per la prima volta proprio i visitatori avranno l’onore di eleggere lo stand più bello: venerdì 3 maggio, infatti, a ognuno viene consegnata una scheda che consente di votare l’esposizione più curata, l’allestimento più scenografico, la collezione meglio valorizzata, cui sarà assegnata una targa di riconoscimento.

All’espositore che meglio rappresenta la giardineria di qualità, in termini di storicità del vivaio, capacità di innovazione, raffinatezza e sobrietà, una giuria composta dal Consiglio Scientifico dell’Accademia Piemontese del Giardino assegnerà invece il premio Marella, istituito in seguito alla scomparsa di Marella Agnelli lo scorso 23 febbraio, in memoria del suo amore per il giardinaggio e della sua collaborazione con l’architetto Pejrone nell’ideazione della Tre giorni.

Per ricordo e riconoscenza le verrà anche intitolata una nuova varietà di peonia ottenuta dal vivaio Le Commande.

Per i più curiosi anche quest’anno è previsto un fitto programma di conferenze, incontri e presentazioni di libri sulla cura del verde e sui giardini.

Tema conduttore del 2019 le fitofobie e le fitofagie, dal timore di “essere invasi” da bambù e rampicanti ai metodi per coltivarli al meglio, dai modi per utilizzare le ombre e dar vita a un bel sottobosco alla conoscenza delle erbe commestibili, fino alle specie che abitano gli interstizi di gradini, muri e recinzioni e che possono abbellirli (in allegato il programma completo).

Per i più piccoli sono previsti laboratori didattici, mentre i giovani esperti del Corso per Giardiniere d’Arte della Venaria Reale saranno a disposizione dei visitatori per affrontare dubbi e problemi.

Anche nel 2019 sarà proposto lo spazio ristoro con una selezione di prodotti del territorio e ristoratori che accoglieranno il pubblico nel parco e nella cornice della maestosa Serra Morenica di Ivrea.

La visita alla manifestazione sarà resa ancora più piacevole dalla fioritura del “Giardino delle Nuvole” – composto da circa 7.000 piante di candide Spireae Van Houttey donate al FAI da Fondazione Zegna e messe a dimora più di dieci anni fa su progetto di Paolo Pejrone – e dalla visita al settecentesco labirinto di carpini, situato alla fine dell’antico viale di accesso al castello.

Con il Patrocinio di Regione Piemonte, Città metropolitana Torino, Comune di Caravino e Comune di Ivrea.

Il calendario “Eventi nei Beni del FAI 2019” è reso possibile grazie al significativo sostegno di Ferrarelle, partner degli eventi istituzionali e acqua ufficiale del FAI; al fondamentale contributo di FinecoBank, già Corporate Golden Donor, che ha scelto di essere a fianco del FAI anche in questa occasione e di PIRELLI che conferma per il settimo anno consecutivo la sua storica vicinanza alla Fondazione.

Grazie a Sojasun, importante brand di prodotti vegetali, nuovo sponsor della manifestazione che in questa edizione distribuirà una selezione delle sue alternative vegetali allo yogurt.

Grazie a Golia Herbs, sponsor degli eventi verdi in calendario. Per il secondo anno si conferma la prestigiosa presenza di Radio Monte Carlo in qualità di Media Partner.

* * * * *

Giorni e orari:

Venerdì 3, sabato 4 e domenica 5 maggio 2019, dalle ore 10 alle 19. Ultimo ingresso ore 18

Biglietti:

Manifestazione:
Intero € 11; iscritti FAI € 5; ridotto (6-18 anni) € 5; minori di 5 anni e residenti gratuito. Per la scuola di giardinaggio è richiesta una piccola quota integrativa.

Eccezionalmente venerdì 3 maggio dalle ore 10 alle 14 agli iscritti FAI (possibilità di iscriversi in loco) e ai soci dell’Accademia Piemontese del Giardino è riservata l’apertura con ingresso gratuito.

Sabato 4 ingresso gratuito per gli operatori del settore, agronomi, dottori forestali, giardinieri, architetti paesaggisti che presenteranno il tesserino dell’Ordine o la visura camerale della loro attività.

Manifestazione e castello:

Intero € 16; iscritti FAI 5, ridotto (6-18 anni) € 7; minori di 5 anni e residenti gratuito.

Visita al castello e alla Manica di Ponente:

Intero € 5; ridotto (6-18 anni) € 2; iscritti FAI e soci Accademia gratuito.

Parcheggi:

Nelle vicinanze della mostra (oltre 3000 posti) € 1; all’interno della manifestazione (400 posti) € 5

Aree di ristoro:

Area attrezzata per ristorazione, adiacente alla mostra, con piatti caldi, menu tipici della tradizione canavesana

Area Bar FAI in manifestazione

Caffè Masino sulle terrazze panoramiche del castello

– “Ristorante del Castello” presso il Salone Marchesa Vittoria, con menu stagionale (prenotazioni 335 5204114)

Per informazioni: Castello di Masino, via al Castello 1, Masino, frazione di Caravino (TO)

tel. 0125.778100; faimasino@fondoambiente.it

www.castellodimasino.itwww.fondoambiente.it

Riccardo Reina

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: