Il toast, una delizia dai mille gusti

Il toast, una delizia dai mille gusti

Simbolo di colazioni di famiglia, merende della domenica, pause pranzo e spuntini per i bambini, il toast è conosciuto in tutto il mondo, ma le sue origini sono molto più antiche di quello che si può pensare…

Il termine toast deriva dal latino tostum, cioè cotto al fuoco e poi annerito, e da toastum deriva anche il termine toaster, cioè tostapane in inglese.

Ma la parola “toast” ha anche il senso di bere alla salute di, che deriva dal francese antico tostée, termine per definire un’usanza medioevale di mettere una fetta di pane arrostito su una coppa di vino aromatizzato, la coppa era fatta circolare fra i presenti, ma la fetta di pane spettava al festeggiato che beveva per ultimo.

Un toast celebre è quello che vide per protagonista la bellissima Anna Bolena.

Nel Grande dizionario di cucina” di Dumas si racconta che, mentre la Bolena faceva il bagno circondata da numerosi corteggiatori, questi per farle la corte presero ciascuno un bicchiere, lo attinsero nella sua vasca d’acqua, e ne bevvero il contenuto.

Uno solo si astenne dal seguire quest’esempio, e quando gli fu domandato perché non lo facesse, rispose: “E’ perché mi riservo il toast”.

I primi esempi di toast, cosi come lo conosciamo, sono quelli che venivano nel Medioevo cotti in padella, dove le fette di pane venivano inserite all’interno di un tegame riscaldato sul fuoco e fatte dorare soltanto da un lato.

Nel 1893, lo scienziato Alan MacMaster inventò il tostapane, capace di scaldare le fette di pane, di tostarle e farle dorare.

Purtroppo la scarsa diffusione dell’energia elettrica non permise inizialmente il successo di questo piccolo elettrodomestico innovativo.

Seguendo l’idea di MacMaster, nel 1919 Charles Strite inventò il primo tostapane provvisto di timer che, automaticamente, faceva fuoriuscire le fette di pane una volta cotte, in modo da non farle bruciare.

Ma come si mangia oggi il toast nel mondo?

In America viene è servito in un formato maxi con farciture e salse e in Francia e in Italia invece, il toast è quello storico, nato alla fine degli anni quaranta, fatto in genere tostando in una speciale griglia due fette di pancarrè imbottite di prosciutto cotto e formaggio.

Per gli inglesi il toast è irrinunciabile durante la colazione dato che, con la sua consistenza e il suo sapore, si accompagna perfettamente con le pietanze salate della colazione britannica.

Paola Montonati

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: