In scena a Torino

In scena a Torino

Fino al 4 settembre il Museo di Arti Decorative Accorsi-Ometto di Torino propone la mostra In scena! Luci e colori nei costumi di Caramba, a cura di Silvia Mira.

La Fondazione Accorsi-Ometto ha ideato un omaggio alla bellezza, nel suo aspetto di eleganza delle forme, preziosità dei tessuti e cura dei particolari, con una mostra dedicata al Mago dei costumi teatrali Luigi Sapelli, noto come Caramba.

Nell’esposizione si nota l’altissimo livello della produzione del costumista piemontese, attraverso una quarantina di costumi, scelti tra i tremila appartenenti alla collezione Devalle di Torino.

Tra i pezzi più noti del lavoro della Casa d’Arte Caramba, fondata nel 1909 a Milano, sono esposti i preziosi esemplari per il dramma d’annunziano Parisina e  la prima della Turandot del 1926 con la direzione di Toscanini alla Scala di Milano,  i costumi rinascimentali realizzati con i preziosi velluti di Mariano Fortuny e quelli per Elisa Cegani e Luisa Ferida, firmati da Gino Carlo Sensani, per il  film del 1941 La corona di ferro di Alessandro Blasetti.

In mostra ci sono anche diversi tessuti della Manifattura Mariano Fortuny, a sottolineare la collaborazione tra i due artisti iniziata all’indomani della creazione della Casa d’Arte Caramba e i bozzetti della collezione della Sartoria Teatrale Pipi di Palermo, dettagliatissimi rispetto alla consueta produzione di Caramba,  che spesso ne disegnava di meno particolareggiati.

Le ricerche e gli studi intrapresi per la realizzazione della mostra hanno permesso di fare entusiasmanti scoperte, come sullo splendido manto piumato esposto in mostra, che fino a oggi non si sapeva per quale opera fosse stato realizzato, oggi assegnato alla Parisina di Pietro Mascagni con libretto di Gabriele D’annunzio, mentre quello usato da Elisa Cegani nel film La corona di ferro fu in seguito indossato da Maria Callas per il Nabucco al Tetro San Carlo di Napoli il 20 dicembre 1949.

Lavoratore instancabile e realizzatore di sogni, Caramba dedicò la sua vita a rimodernare la concezione del costume per lo spettacolo, con capolavori che prendevano vita da uno studio attento e filologico del tempo, del contesto e del personaggio che dovevano rappresentare.

Questa mostra è un viaggio tra tessuti pregiati e ricami preziosi che esprimono l’eccellenza delle maestranze che Caramba riunì sotto la sua direzione, creando non solo costumi per la scena, ma anche meravigliosi abiti per la brillante vita privata delle dive e per le signore alla moda di tutta Europa.

Orari: lunedì; chiuso, martedì, mercoledì, venerdì; 10:00 – 18:00, giovedì; 10:00 – 21:00; sabato, domenica e festivi; 10:00 – 19:00

Biglietti: intero € 12,00; ridotto € 10,00: insegnanti € 6,00

Paola Montonati

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it