In viaggio con il Cantagiro

In viaggio con il Cantagiro

Una manifestazione che, in viaggio per la penisola, portava musica e allegria…

La prima edizione del Cantagiro si tenne nel 1962, presentata da Nuccio Costa e dall’attrice Dany París.

Il concetto della manifestazione era modellato sul Giro d’Italia, con una carovana canora in giro per l’Italia con diversi cantanti che gareggiavano tra loro, giudicati da giurie popolari scelte tra il pubblico delle varie città.

Ogni sera era proclamato il vincitore di tappa, e nella tappa finale, a Fiuggi, veniva annunciato il vincitore assoluto.

Per cinque edizioni consecutive, dal 1968 al 1972, la finale venne disputata a Recoaro Terme, nello scenario delle Fonti Centrali.

La finale era articolata in tre serate, con la diretta tv su Rai Uno di quella conclusiva.

Gli interpreti e i relativi brani erano divisi in Girone A con artisti di fama, Girone B con le nuove proposte canore, mentre il Girone C, introdotto nel 1966 e 1967, comprendeva i gruppi musicali.

Con l’avvento del nuovo decennio e il declino del successo, la manifestazione finì con l’edizione del 1974 dopo che le ultime due edizioni, chiamate Cantagiro Show, ebbero meno riscontro rispetto al passato.

Nel 1977 si riprese con un’edizione dove parteciparono Junie Russo, poi Giuni Russo, con Mai, Giulietta Sacco con Dicitencelle, Giancarlo D’Auria con Tu dormi dolce amore e Nino Minieri con Vai via con lui che fu il vincitore.

All’edizione successiva, organizzata da Vittorio Salvetti, presero parte Rino Gaetano con E cantava le canzoni, Gepy & Gepy con Chi…io, Pino Crucitti con III B’, Juli & Julie con Rondine, Daniela Davoli con Mia, i Limousine con Camminerò solo e Toni Santagata con Ai lavate punk.

Dopo una pausa nel 1979, Salvetti organizzò il Cantagiro 1980, presentato da Daniele Piombi e trasmesso in televisione, con Anna Oxa, con Controllo totale, e Mario Rosini, in duo con il fratello Gianni.

A questa seguì un’altra edizione l’anno successivo, con Gianni Panariello tra i partecipanti, in gara col brano Per chi piangere, e una nel 1982.

Dopo lo scarso successo di queste ultime due edizioni, la manifestazione fu interrotta con l’intento di non riprenderla più e solo otto anni dopo si ebbero le prime idee di riproporla.

Nel 1990 fu tentato un recupero col nome di Il nuovo Cantagiro e ci furono quattro edizioni consecutive trasmesse su Rai 2, il successo fu paragonabile a quello degli anni Sessanta, e dopo l’edizione del 1993 il Cantagiro chiuse nuovamente i battenti.

Nel 2005 la produzione passò allora nelle mani di Enzo De Carlo, promoter che, acquistando il marchio, tornò nelle piazze portando musica e visibilità per gli artisti emergenti, diventando quasi irriconoscibile alle edizioni passate.

A partire dall’edizione 2014 il Cantagiro ha una giuria di qualità, composta in quell’anno da Enzo De Carlo, Grazia Di Michele, Elvino Echeoni, Mario Torosantucci, Angelo Petruccetti, Elio Cipri, Gabriella Di Luzio, Stefano Pasquali, Leopoldo Lombardi, Marilena Gabrielli, Filippo Lui e David Marchetti, che proclamarono vincitrice assoluta Giuliana Tecce con il brano La porta, un inedito scritto e prodotto da Accademia Spettacolo Italia, nata dalla collaborazione di un team di produttori, tra cui i fratelli Massimo e Piero Calabrese.

Paola Montonati

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: