Le grandi uova di Pasqua brasiliane

Le grandi uova di Pasqua brasiliane

La Pasqua in Brasile, paese con una forte tradizione cattolica, ruota attorno alle celebrazioni religiose e alla famiglia e, naturalmente, alle uova di Pasqua.

I primi segni di Páscoa, la parola brasiliana che significa Pasqua, arrivano almeno un mese prima del giorno ufficiale e si trovano nei supermercati locali dove, dalle principali catene di supermercati ai piccoli negozi locali, fila di uova di Pasqua si trovano in cima alle corsie.

Le uova sono una parte importante delle celebrazioni pasquali e, in generale, le persone care se le scambiano con semplici cioccolatini la domenica di Pasqua.

Anche se il lato commerciale della Pasqua è evidente, c’è un forte aspetto religioso cui partecipano milioni di brasiliani, infatti, la Pasqua fa parte della Semana Santa, o Settimana Santa, che inizia la Domenica delle Palme ed è l’evento più importante nel calendario religioso per la Chiesa cattolica romana.

Durante questa settimana, i servizi religiosi si svolgono in tutto il paese, con tradizioni come la tessitura di croci da rami di palma, discorsi, preghiere, cerimonie e il Venerdì Santo, noto come Sexta Paixão, la maggior parte delle famiglie in Brasile evita di mangiare carne e pesce. Quando arriva la domenica della festa, molti brasiliani vanno in chiesa nel pomeriggio e passano il resto della giornata con la famiglia e gli amici intimi.

Mentre le celebrazioni si svolgono in tutto il paese, Ouro Preto nel Minas Gerais è uno dei più famosi e colorati del Brasile, dove la lunga strada tra la chiesa di Matriz de Nossa Senhora do Pilar e la chiesa di Nossa Senhora de Conceição è decorata con un tappeto di fiori dai colori vivaci, sabbia e segatura per creare motivi intricati, una tradizione iniziata nel 1733.

La preparazione delle decorazioni inizia il sabato la notte prima di Pasqua, mentre i bambini vestiti di bianco cantano canzoni religiose.

A Ivoti, nel sud del Brasile, cani e gatti sono dipinti di blu o di rosa per ricordare ai bambini che la Pasqua sta arrivando, oltre a vendere anche nidi di cioccolato colmi di mini uova, una tradizione portata nel paese dagli immigrati tedeschi.

Invece a Piauí, nel nord-est del Brasile, il Venerdì Santo molte persone non si fanno la doccia o si pettinano, perché è proibito durante la Settimana Santa.A Belém ci sono grandi processioni di strada che seguono il sentiero tra sette chiese storiche nel centro della città.

Ma la Pasqua in Brasile è anche una domenica da trascorrere con i propri cari, in particolare i bambini, che ricevono dolci e ricordano l’importanza religiosa di questa data significativa.

Paola Montonati

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: