Sudden Times a Varese

Sudden Times a Varese

Fino al 5 settembre Il Fondo Ambiente Italiano propone la mostra, Sudden Time di Chiara Dynys e Sean Shanahan, che vede la ripresa delle attività di Villa Panza dopo cinque mesi di chiusura, dovuti all’emergenza sanitaria.

La mostra presenta i lavori, appositamente concepiti per questi spazi, esito della ricerca dei due artisti, apprezzati dal collezionista Giuseppe Panza, e già presenti con alcune opere nella sua storica collezione.

La selezione delle opere e il loro allestimento mostrano l’affinità con la ricerca del collezionista, dove dialogano con l’architettura e il paesaggio, rivelando da nuovi e diversi punti di vista i temi, cari a Panza, della luce, del colore e della loro dinamica nell’esperienza della percezione individuale.

Il titolo della mostra prende ispirazione da una sinfonia scritta nel 1993 dal compositore inglese George Benjamin sui versi del poeta Wallace Stevens “Era come un tempo improvviso in un mondo senza tempo” visto come l’illuminazione, la rivelazione che accompagna l’intuizione di ogni artista.

La mostra riunisce otto installazioni di Chiara Dynys e Sean Shanahan, realizzate tra il 2018 e il 2021 ed esposte negli spazi dei rustici della Villa al piano terra e nel parco, al primo piano sono allestiti tre lavori storici di Sean Shanahan, provenienti dalla Collezione Panza e messi a disposizione dalla famiglia.

Per i rustici della Villa Chiara Dynys propone Camini delle Fate (2020 – 2021), composta di trentaquattro vetri di Murano, di colori e proporzioni differenti, con il centro in foglia d’oro, inseriti come finestre colorate dentro una grande parete nera, Giuseppe’s Door (2020-2021) una fusione in vetro opalescente e Melancholia (2020-2021), con l’immagine di un cerchio luminoso che cambia lentamente colore e cui si sovrappone un cerchio opaco nero, sul potere trasfigurante del rapporto dinamico fra luce e buio, che interagisce con la percezione degli spazi.

La Dynys propone nel parco Giuseppe’s Door (2020-2021), elaborazione monumentale (della scultura già presente all’interno dedicata al Conte Panza, realizzata in corten e vetro di Murano fotosensibile.

Invece le quattro installazioni monocromatiche di Sean Shanahan sono Taddeo (2018-2021), dove una forma gialla esagonale sembra galleggiare sulla parete ed è attratta dalla luce naturale che sgorga dalla lunetta presente sulla sommità del muro, mentre S.T (2021), Nunc (2021), Transit (2021), si compongono di moduli di diverso dai bordi rastremati in modo da costellare di fenditure le superfici assemblate, con un intento dinamizzante.

Al piano nobile della villa Shanahan espone tre opere della collezione storica di Giuseppe Panza di Biumo, raccolti dal collezionista tra il 2004 e il 2007, Untitled (Yellow), 2004; Untitled (Hommage to Frederic Thursz), 2004; Untitled (Paul), 2007 tutti in olio su MDF.

La mostra si svolge con il Patrocinio del Comune di Varese e della Camera di Commercio di Varese.

Orari: Tutti i giorni – esclusi i lunedì non festivi – dalle ore 10.00 alle 18.00 (chiusura biglietteria alle 17.15). Solo su prenotazione

Costo del biglietto: Intero: € 15,00; Iscritti FAI: gratuito; Studente (19 – 25 anni): € 10,00; Ridotto (bambini 6 – 18 anni): € 7,00; Speciale famiglia (2 adulti + 2 bambini): € 35,00; Gratuito fino ai 5 anni

Paola Montonati

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: