Estate 2019 niente sigarette sulla spiaggia di Bibione

Io Bibione la conosco bene.

Le sue lunghe piste ciclabili, la passeggiata e il Faro, una spiaggia di sabbia finissima, i piccoli bar dove sorseggiare una bibita, le panchine, i lampioni, il mare…

Dalla prossima estate sulla spiaggia di Bibione, sarà vietato fumare lungo tutta la spiaggia, sarà la prima località balneare italiana a essere completamente smoke-free.

Infatti, dopo una serie di esperimenti e iniziative portate avanti negli anni, in particolare dal progetto Respira il mare, la località balneare del Veneto orientale, tra le prime destinazioni turistiche italiane per numero di turisti, bandirà il fumo sugli otto chilometri di spiaggia, secondo modalità che entro il mese di maggio vedranno stabilite dall’amministrazione comunale con un’ordinanza e una campagna di comunicazione.

La spiaggia di Bibione è una distesa di sabbia finissima e soffice, dallo straordinario color oro, per una sabbia prodotta dal Tagliamento, un fiume alpino dalle biodiversità così particolari da essere considerato, a livello europeo, unico nel suo genere.

E sono queste peculiarità, unite alla sua ampiezza e profondità, a rendere Bibione un patrimonio naturalistico di pregio da preservare e valorizzare, grazie anche alla Bibione Spiaggia Srl, il più grande concessionario di spiaggia europeo, che dal 1994 gestisce cinque degli otto chilometri di arenile complessivi.

Un lavoro che ha portato ad avere politiche concrete di salvaguardia del litorale sia soluzioni che lo rendano sempre nuovo e originale agli occhi dei turisti, cosi i punti di forza diventano la personalizzazione e l’innovazione dei servizi offerti.

Lungo il litorale ci sono stabilimenti balneari, accoglienti e curati, aree gioco gratuite e omologate per bambini, luoghi ideali dove trascorrere in tranquillità le giornate in riva al mare.

I servizi dagli standard elevati, la cortesia e professionalità del personale e le moderne e funzionali attrezzature rispondono a tutte le esigenze degli ospiti.

Il progetto includerà aree attrezzate e delimitate, dove si potrà fumare, realizzate impiegando legno proveniente dalla Filiera Solidalè, iniziativa lanciata da Pefc Italia a seguito dell’alluvione di ottobre nelle foreste alpine del Nordest.

Bibione completa così un percorso partito otto anni fa con le prime iniziative di contenimento del fumo in spiaggia, introducendo nel 2011 il divieto di fumare lungo la battigia.

Chiamati a esprimere un’opinione sul divieto di fumo, su 2.293 turisti intervistati durante la sperimentazione, 1.729 si sono detti favorevoli al divieto, mentre i contrari sono stati 564.

Riccardo Reina

Per info scrivere a: redazione@personalreporternews.it

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: