Lunetta Cultural Camp: a Mantova le botteghe chiuse diventano atelier d’artista

Lunetta Cultural Camp: a Mantova le botteghe chiuse diventano atelier d’artista

Lunedì 3 maggio 2021 aprono le iscrizioni al bando Lunetta Cultural Camp.

Artisti, designer, attori, film-maker, scrittori e associazioni possono candidarsi per ricevere uno spazio in comodato d’uso gratuito per 1 anno.

Un progetto di: Caravan SetUp – Mantova, Quartiere Lunetta.

Favorire lo sviluppo delle imprese creative e culturali. Incoraggiare la ricerca e la sperimentazione artistica per valorizzare il territorio e supportare l’integrazione sociale.

Realizzare prototipi di spazi per le città del futuro. Sono gli obiettivi di Lunetta Cultural Camp, il bando promosso dall’associazione Caravan SetUp con il Patrocinio del Comune di Mantova, come progetto di rigenerazione, inserito all’interno dell’attività pluriennale Lunetta quartiere dell’arte urbana 21/25.

Il Cultural Camp è il punto di arrivo di un ciclo di lavori che dal 2016 sta coinvolgendo la comunità di Lunetta: quartiere popolare della periferia nord di Mantova, nato negli anni Sessanta come zona dormitorio, oggi popolato da 4.000 abitanti e 18 etnie diverse, e teatro da 6 anni del Festival di Arte Urbana Without Frontiers – Lunetta a Colori.

Il bando Lunetta Cultural Camp, da lunedì 3 maggio 2021, chiama a raccolta creativi di ogni settore (artisti, designer, attori, scrittori, film-maker etc.) a cui affidare in comodato d’uso gratuito per 1 anno (con possibilità di rinnovo per 1 o 2 anni) spazi sfitti per trasformarli in studi creativi.

I progetti candidati devono essere in grado d’incidere in maniera significativa nel territorio e di rispondere a criteri di innovazione, condivisione, integrazione e socialità. Possono essere sviluppati attraverso uno o più media artistico-culturali: arti visive, performative, sceniche, multimediali, laboratoriali etc…

Non è necessario essere residenti nella provincia di Mantova per partecipare, ma è richiesto il coinvolgimento diretto e la collaborazione attiva con la comunità locale. Con spirito di restituzione, i vincitori dovranno garantire l’apertura del proprio studio il terzo sabato di ogni mese a partire da giugno 2021.

Questa giornata di scambio e confronto con gli abitanti del quartiere permetterà di condividere il proprio lavoro e mettere a disposizione dei cittadini la propria professionalità.

I luoghi individuati per ospitare il Cultural Camp sono due immobili, siti in viale Veneto. Gli spazi si sviluppano su due piani con grandi vetrate e vetrine, e si affacciano sulla passeggiata panoramica che fiancheggia l’edificio conosciuto come Cocel, al centro di un dibattito molto acceso attorno alla crisi commerciale e al conseguente abbandono di numerose botteghe locali.

Per inviare la propria candidatura c’è tempo fino al 17 maggio 2021.

Fino al 7 maggio, su richiesta, sarà possibile effettuare dei sopralluoghi degli spazi nel rispetto delle norme di sicurezza anti Covid-19. I vincitori del bando saranno proclamati il 3 giugno 2021. L’inaugurazione dei nuovi atelier si terrà il 19 giugno, in occasione della VI edizione del festival Without Frontiers – Lunetta a Colori.

Spiega la curatrice Simona Gavioli, a capo dell’associazione Caravan SetUp: «Dobbiamo passare dalla città passiva, “attrattrice” della classe creativa, alla città creativa “produttrice” di nuova identità, nuove economie e nuove geografie. Traghettare la città da una visione della creatività essenzialmente monetaria, con i creativi che attraggono nuove economie, a una visione produttiva, dove i creativi generano nuove economie urbane».

Gli obiettivi di Lunetta Cultural Camp

– Incoraggiare la ricerca e la sperimentazione artistica come strumento di valorizzazione territoriale e integrazione sociale.

– Favorire lo sviluppo delle imprese creative e culturali.

– Creare un’occasione di crescita attraverso il confronto e la condivisione fra i creativi e gli abitanti di Lunetta.

– Stimolare i giovani a partecipare in maniera attiva alla progettazione degli spazi di domani.

– Dare seguito al processo di rigenerazione urbana in atto da cinque nel quartiere Lunetta.

A chi si rivolge il progetto

– Creativi (artisti, attori, scrittori, film-maker, architetti, designer…) in forma di persona singola o di collettivo.

– Associazioni, fondazioni, enti no-profit etc. che all’interno del loro statuto riportino finalità culturali e/o sociali.

– Altri soggetti invitati a richiedere un appuntamento prima dell’invio della candidatura per la verifica di compatibilità con le finalità del bando: comununicazione@caravan-it.com

Dettagli e modalità di partecipazione

Il bando ha l’obiettivo di selezionare proposte creative per l’uso degli spazi mediante concessione degli stessi in comodato d’uso gratuito da parte dell’associazione culturale Caravan SetUp.

I vincitori saranno selezionati con procedura a evidenza pubblica da una commissione appositamente nominata alla chiusura del bando. A carico del concessionario saranno le spese per la manutenzione straordinaria, a carico del comodatario quelle per le utenze e la manutenzione ordinaria. La partecipazione al bando è gratuita.

Il comodato ha durata di 1 anno, e potrà essere rinnovato per 1 o massimo 2 anni, in base al comportamento dell’utilizzatore e alla concreta possibilità di una più proficua valorizzazione degli immobili.

In considerazione dello sviluppo triennale di Lunetta Cultural Camp saranno valutate positivamente tutte quelle proposte caratterizzate da una ripetibilità e una continuità nel tempo e da un coinvolgimento sociale costante.

Le candidature si aprono il 3 maggio 2021. Le domande debbono essere inviate tramite indirizzo di posta elettronica certificata a caravansetup@pec.it, entro e non oltre le ore 13.oo del giorno 17 maggio 2021 (farà fede l’orario di invio).

I vincitori del bando saranno comunicati il 3 giugno 2021.

L’attivazione degli spazi del Lunetta Cultural Camp è prevista per il 19 giugno 2021 in occasione della VI edizione del festival Without Frontiers – Lunetta a Colori. Per maggiori informazioni: www.caravansetup.com

Lunetta: storia ed evoluzione di un quartiere popolare

È una storia relativamente recente quella di Lunetta, quartiere della periferia nord di Mantova. Ha inizio il 5 maggio del 1963 con l’adozione, da parte dell’allora consiglio comunale della città, del piano finalizzato alla costruzione in loco di alloggi popolari per 12 mila abitanti.

Nel gennaio del 1968 compaiono le prime case di quello che sarà un quartiere dormitorio, di cui mantiene ancora oggi le tipiche architetture in cemento.

Oggi il suo punto nevralgico è l’edificio conosciuto come Cocel, dove si trovano circa 20 locali sfitti dalla seconda metà degli anni Ottanta. Le saracinesche abbassate hanno fatto nascere un dibattito molto acceso all’interno della comunità attorno alla crisi commerciale e al conseguente abbandono degli spazi.

Qui si inserisce l’idea di Lunetta Cultural Camp: è necessario ripopolare le zone di un quartiere che dal 2016 si trova nel pieno di una rivoluzione culturale e artistica.

Caravan SetUp ha pensato di farlo attraverso il coinvolgimento di cittadini, associazioni e soggetti economici, in moda da riempire per almeno tre anni quegli spazi sfitti di contenuti.

Lunetta in numeri

4.000 abitanti

18 etnie

1 sede dell’Università di Brescia – Corso per Educatori Professionali

1 CreativeLab – Spazio Creativo di idee

1 CAG – Centro di aggregazione giovanile

1 Biblioteca di quartiere

1 Scuola primaria Allende

1 Scuola materna E. Berni

1 Sede del progetto LUNATTIVA

1 Festival di arte urbana, Without Frontiers – Lunetta a Colori

Una realtà partecipata Lunetta si caratterizza per la multidisciplinarità delle associazioni che la animano, e che la stanno trasformando in un centro propulsore di cultura.

Tra queste il CreativeLab, un condominio creativo in cui coesistono diverse realtà artistiche e associative, polo sperimentale multiservizi, fondato sull’apprendimento tra pari, la produzione digitale, l’intercultura e l’inclusività.

Un progetto voluto dal Comune di Mantova, nato da un finanziamento Anci “Giovani RigenerAzioni Creative” e ora in gestione al consorzio Pantacon. Il CreativeLab è stato anche la prima sede del festival di rigenerazione urbana e arte contemporanea Without Frontiers – Lunetta a Colori curato dall’associazione Caravan SetUp che, nel 2021, giungerà alla sua VI edizione in programma il prossimo giugno.

Altra realtà di riferimento per il territorio è ReteLunetta, che dal 2013 riunisce associazioni di volontariato, istituzioni e cittadini, attivi ognuno secondo le proprie competenze e possibilità.

Caravan SetUp

Caravan SetUp è un’associazione che promuove la cultura per mezzo dell’arte visiva. Nasce nel 2018 su impulso di Simona Gavioli, critico d’arte e curatore indipendente, con l’obiettivo di mettere in atto un processo di rigenerazione urbana e sociale.

Caravan, contenitore metaforicamente nomade, vuole accogliere progetti e iniziative per essere incubatore culturale e costruire insieme ad altre realtà una “carovana” che segni una rotta nel panorama dell’arte.

Tra i progetti ideati e curati nel tempo, il festival di arte contemporanea e rigenerazione urbana, Without Frontiers – Lunetta a Colori di Mantova. www.caravansetup.com

Enrico Stiletti

Per informazioni scrivere a: redazione@personalreporternews.it
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: